Frosinone, immigrati violentano operatrice in un centro d'accoglienza

Tre minorenni egiziani accusati di violenza sessuale di gruppo e tentato omicidio a Fiuggi

Frosinone, immigrati violentano operatrice in un centro d'accoglienza

Tre minorenni egiziani sono stati arrestati perché accusati di aver violentato una operatrice in un centro d’accoglienza a Fiuggi (Frosinone). I carabinieri li hanno accusati di violenza sessuale di gruppo. Secondo le indagini dei militari dell’Arma, i tre hanno prima immobilizzato e picchiato il responsabile della struttura, poi si sono scagliati contro la donna bloccandola a terra e violentandola.

Teatro delle violenze una casa famiglia a Fiuggi (Frosinone), dove i tre giovani, arrivati clandestinamente in Italia, hanno creato momenti di tensione e paura. Tutto è iniziato ieri sera quando i tre ragazzi, per motivi ancora ignoti, hanno cominciato a danneggiare gli arredi della struttura, aggredendo anche alcuni operatori del centro che accoglie extracomunitari minorenni. L’episodio ha causato conseguenze a uno dei tre giovani africani e a un addetto della struttura, costretti a ricorrere alle cure mediche all’ospedale di Alatri. Lo stesso minorenne ferito, tornando in macchina a
Fiuggi, ha preso una stampella e ha tentato di strangolare il responsabile della struttura d’accoglienza. Di notte i tre si sono poi sfogati contro la vettura dello stesso amministratore, causando diversi danni. Poi, dopo la denuncia per lesioni dolose, danneggiamento e tentato omicidio, la violenza all'operatrice e l'arresto. Ora i tre si trovano in un centro di prima accoglienza a Roma.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti