A Gabicce Mare iscritti all'anagrafe i gemelli di una coppa gay

Dopo Torino, un altro caso. Per il sindaco "azione di civiltà in attesa di una legge"

A Gabicce Mare iscritti all'anagrafe i gemelli di una coppa gay

Sono figli di una coppia gay i due gemelli registrati dall'anagrafe del comune marchigiano di Gabicce Mare, che ha seguito quanto fatto a Torino dal sindaco Chiara Appendino, andando contro quanto prevederebbe la legge, in quella che ha descritto come "un'azione di civiltà in attesa che arrivi una legge".

I due bambini, un maschio e una femmina, sono stati iscritti nei registri comunali come figli di due uomini, un 57enne e un 34enne entrambi di nazionalità italiana. Una decisione che - dice il primo cittadino - è stata presa per sopperire al vuoto normativo italiano. I gemelli hanno nazionalità americana per diritto di nascita.

"Non si tratta solo del riconoscimento di diritti civili - ha detto il sindaco - ma di un'azione di civiltà. Si parla della vita di due bambini e di una nuova famiglia che si è formata. La nostra epoca ci vede impegnati in battaglie per il riconoscimento dei diritti, quindi non possiamo esitare di fronte ad una svolta epocale come il riconoscimento legittimo di figli nati da famiglie omogenitoriali".

Commenti