Bergoglio a genitori di figli Lgbt: "Papa li ama così come sono"

Le parole di Papa Francesco dopo l’Udienza generale con un gruppo di mamme e papà con figli Lgbt dell'associazione "Tenda di Gionata"

"Il Papa ama i vostri figli così come sono, perché sono figli di Dio". Queste le parole di Francesco al termine dell'Udienza generale tenutasi ieri con un gruppo di genitori, circa 40, con figli Lgbt dell'associazione "Tenda di Gionata".

Come riferisce Avvenire, Mara Grassi, vicepresidente dell'associazione insieme al marito Agostino Usai, ha donato al Pontefice il volume "Genitori fortunati", tradotto in spagnolo per l'occasione, che riassume le esperienze ecclesiali, non sempre agevoli, di queste famiglie. Nel libro ci sono anche ad alcune lettere con richieste, speranze ma anche proteste di persone che per molto tempo sono state considerate quasi come individui "indesiderabili" dalle comunità ecclesiali.

Un incontro, questo, che arriva a pochi giorni dall'omicidio, avvenuto a Caivano, della 22enne Maria Paola Gaglione da parte del fratello Michele. Il 30enne non accettava la relazione della sorella con un transgender: così, visti i due insieme su uno scooter, li ha inseguiti in moto e speronati.

"La nostra associazione vuole far dialogare la Chiesa e le famiglie con figli lgbt", ha dichiarato la Grassi riferendo il discorso rivolto al Santo Padre. La vicepresidente dell’associazione "Tenda di Gionata" ha poi aggiunto che l’obiettivo è quello di creare "un ponte con la Chiesa perché anche la Chiesa possa cambiare lo sguardo verso i nostri figli, non escludendoli più ma accogliendoli pienamente".

La risposta di Bergoglio è stata confortante e cordiale. "La Chiesa non li esclude perché li ama profondamente", ha rassicurato il Papa. A Francesco è stata donata anche una maglietta colorata d'arcobaleno con la frase ripresa da un passo della Bibbia "Nell'amore non c'è timore" (1Gv, 4, 18)."Ha guardato e ha sorriso - ha concluso la Grassi che ha quattro figli, di cui il più grande omosessuale - un momento di profonda sintonia che non dimenticheremo".

Tra le tante lettere consegnate al Pontefice ci sono le riflessioni di genitori che sono arrivati, faticosamente, ad accettare l’orientamento sessuale dei propri figli dopo anni di rifiuto. Tanti giovani che, sentendo il peso della situazione, hanno scelto di andarsene da casa. Molti, poi, si sono allontanati anche dalla fede. Un dolore in più per genitori credenti che, senza l’aiuto della comunità, si sono ritrovati da soli in una situazione difficile.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Totonno58

Gio, 17/09/2020 - 12:55

Semplicemente Santo

Giorgio Colomba

Gio, 17/09/2020 - 13:53

Chi è Bergoglio per giudicare? Un semplice Papa...

AntonioLatela

Gio, 17/09/2020 - 13:55

Bene ! Anche Gesu’ non ha mai escluso qualcuno dal Suo infinito amore per l’ umanità intera. E la Chiesa, in ossequio al messaggio evangelico, deve concretamente amare tutti, tendere la mano a tutti, mai escludere qualcuno dalle proprie attenzioni e cure, materiali e spirituali. Questa è la vera, efficace testimonianza che la società necessita per sconfiggere i pregiudizi e le esclusioni nei confronti di ogni forma di diversità.

Totonno58

Gio, 17/09/2020 - 14:14

Giorgio Colomba...tu scherzi ma in realtà la grandezza di Francesco è anche in questo...ogni volta che gli rompono le...chiedendogli pareri a iosa sulle leggi che il nostro Parlamento discute, lui risponde con un disarmante ed immenso "perchè mai vi dovrebbe interessare il mio parere?Sono solo il Papa!"

lorenzovan

Gio, 17/09/2020 - 14:31

quello che fanno da ben 50 anni i preti di strada..a iniziare da dON GALLO..a genova..osteggiati..criminalizzati in primis dalle gerarchie vescovili e poi dagli amorevoli fasciodestraioli

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 17/09/2020 - 14:42

ha fatto outing...??

aurius

Gio, 17/09/2020 - 14:56

Articolo inconsistente La chiesa ha sempre rispettato gli omosessuali, come persone, e come tali devono limitarsi al fatto di essere omosessuali, niente di più. Ma evidentemente questi incontri servono a ottenere di più che il semplice rispetto. In un uomo come Bergoglio, evidentemente non in grado di essere un papa, papa di una religione fluida e contraddittoria, troveranno qualcuno che gli darà qualcosa dipiù, in contrasto con il cattolicesimo e con la semplice natura umana.

GPTalamo

Gio, 17/09/2020 - 15:20

Da cattolico devo ammettere che questo Papa fa confondere le idee (o almeno, l'interpretazione delle sue parole da parte dei giornalisti). Il "non giudicare" e' tra i concetti piu' travisati del cattolicesimo, e dovrebbe essere tradotto dall'aramaico come "non condannare con pena da scontare" invece che "non giudicare" : nella antichita' il potere giudiziario era lo stesso di quello esecutivo, e il giudice giudicava e condannava alla pena. Un cattolico deve considerare l'omosessualita' come peccato (= giudizio), ma non mandare l'omosessuale a un campo di concentramento (= condanna), tanto per fare un esempio strampalato. Altrimenti non si capisce perche' Dio abbia dato 10 comandamenti. Devono servire comne "bussola" morale nella vita. Il cristiano puo' e anzi deve giudicare, sempre. Voi atei fate quello che volete, ma per noi cristiani e' cosi'.

Totonno58

Gio, 17/09/2020 - 15:46

GPTalamo...anche se, pur da cristiano la penso diversamente da te, l'esempio che hai fatto non è per niente strampalato, considerando le centinaia di migliaia di omosessuali passati per le camere a gas, con tanto di segno distintivo rosa...

Ritratto di Piddiopentababbei

Piddiopentababbei

Gio, 17/09/2020 - 17:16

Cioe' questi prendono anche versi della Bibbia che parlano di amore, ovviamente amore platonico, fraterno e Divino per i loro scopi ?? E in cosa si traduce quell'"amore" LGBT ?? sederi di fuori, vestiti di pelle e peni di fuori ai gay prides? Che schifo..

sparviero51

Gio, 17/09/2020 - 17:36

CONTINUA PURE COSÌ ,CHE VAI BENE !!!!!!!!

CICERONE24

Gio, 17/09/2020 - 17:50

Tra poco lo vedremo al gay pride...

Ritratto di TizianoDaMilano

TizianoDaMilano

Gio, 17/09/2020 - 18:12

L'importante è che non sia Salvini, in tal caso è lecito odiare.