Gay con figli sulle magliette: bufera contro Dolce&Gabbana

I due stilisti hanno riprodotto famiglie omosessuali su magliette e borse. La nuova linea sta scatenando una feroce polemica sul web

Un papà è biondo e tiene in braccio un bimbo, l'altro è moro e regge un bebè da una parte mentre un altro figlio gli si arrampica sulle spalle. Una mamma è bionda, l'altra orientale e ognuna tiene tra le braccia un cucciolo d'uomo. Sono le famiglie che Dolce e Gabbana hanno riprodotto su magliette e borse e che stanno scatenando una nuova polemica sul web.

Sul profilo Instagram Stefano Gabbana ha postato le nuove creazioni con l'hashtag #dgfamily. In molti gli hanno, però, ricordato l'intervista sulla famiglia rilasciata la scorsa primavera a Panorama. "Non mi convincono i figli della chimica, i bambini sintetici, uteri in affitto, semi scelti da un catalogo", aveva detto Domenico Dolce scatenando le ire di Elton John, Courney Love e molti altri, che avevano dato il via a una campagna di boicottaggio del brand. A chi oggi rimprovera il marchio di scarsa coerenza, Stefano Gabbana risponde: "La famiglia è tradizionale!! Da qualsiasi persona essa sia formata".

"Mi spiace che molta gente interpreti male questo messaggio, io voglio solo dire - spiega Gabbana - che Famiglia è amore! E che l'amore non è sessualità". A chi online gli ricorda i contenuti dell'intervista dello scorso marzo, lo stilista replica con un invito "Ma lei ha letto l'intervista? Se la vada a leggere bene!" spiegando di non aver cambiato idea sulla famiglia gay. A chi gli scrive "A me basta leggere la copertina di Panorama per leggere: i figli devono avere un papà e una mamma. Parola di Dolce e Gabbana. C'è poco margine di interpretazione", Stefano Gabbana replica: "Lei non ha letto bene chi dice cosa". Nell'intervista che scatenò la bufera, Stefano Gabbana e Domenico Dolce avevano infatti espresso posizioni diverse. Tanto che alla domanda "Avreste voluto essere padri?", Gabbana aveva risposto "Sì, io un figlio lo farei subito" e Dolce "Sono gay, non posso avere un figlio".

Commenti
Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Ven, 29/01/2016 - 13:03

Io rivendico il DIRITTO DELLA MAGLIETTA: secondo il quale ognuno sulla propria maglietta possa scrivere ciò che vuole... PS qualcuno sa dove posso comprare la maglietta di Calderoli??

Ritratto di mario_caio

mario_caio

Ven, 29/01/2016 - 13:34

Solo gli imbecilli sulle magliette scrivono ciò che vogliono. Per tutti gli altri valgono le regole di etica e morale.

Libertà75

Ven, 29/01/2016 - 14:04

Trovo le magliette geniali, bruttissime ma geniali. Una maglietta di questo tipo si venderà sui 100 euro con costi inferiori ai 5 e cosi spennerranno un po' di soldi ai vari pro-familygay e pro-gender. Sulla coerenza hanno ragione loro. E' Dolce che non concepisce la genitorialità gay, ma non dovrebbe sorprendere che avalli lo stile, visto che sicuramente farà guadagnare qualche milionata di euro.

Miraldo

Ven, 29/01/2016 - 14:49

Culattoni sono e culattoni rimangono ( vedasi Pd r M5s)

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 29/01/2016 - 15:26

Furbi culattoni!Chi compererà e indosserà queste "stilose",e costose magliette,ne sarà "orgoglioso"!!

java

Ven, 29/01/2016 - 15:46

chiunque abbia qualche conoscenza del mercato della moda potrà confermare quello che a me confermò un addetto ai lavoro qualche anno fa: ormai gli acquirenti sono solo arabi, cinesi e russi. Mi chiedo quanti delle appena citate categorie comprerebbero queste magliette. Comunque codardi, spero che il fisco vi mangi vivi.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Ven, 29/01/2016 - 15:47

Amore è tutelare prima di tutto i minori. Non accozzare a tutti costi ad una coppia un minore in modo da potere chiamare la coppia, famiglia. Nel concetto di famiglia la procreazione è necessaria cosi come quello delle generazioni, cioè dei "generati" che la compongono. Ecco perchè le coppie omossessuali non si accontenato delle unioni civili . Voglio poter avere latutela di un banbino perchè senza la sua presenza non si può parlare di famiglia. Per l'equilibrio di un bambino e per il suo sviluppo come persona è necessario il rispetto dell'ordine naturale cioè la coppia deve essere in condizione di procreare essere cioè etero.

tRHC

Ven, 29/01/2016 - 17:01

Andra' a finire che le magliette diventeranno un'etichetta per riconoscere gay e lesbiche ...insomma un boommerang!!!!! Compratele minkioni!!!!!

Ritratto di Rames

Rames

Ven, 29/01/2016 - 19:06

Ma...i gay senza figli non è possibile?No,chiedo tanto per sapere.

antonmessina

Ven, 29/01/2016 - 19:42

che delusione pure loro.. che schifo

Linucs

Ven, 29/01/2016 - 20:09

Doppie madri, tripli padri, figli di 27 colori, un'iniziativa perfettamente allineata alla propaganda che oggi tanto va di moda.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 30/01/2016 - 01:25

C'è chi specula sui morti e chi invece lo fa con le miserie di una povera umanità in cerca di visibilità ad ogni costo. SOLO UN GOVERNO ABUSIVO DI SINISTRA POTEVA SCATENARE LA MALSANA LIBIDINE DEGLI OMOSESSUALI ESIBIZIONISTI. Poveretti che si sono inventati le scusanti del razzismo e dell'omofobia pur di mettersi in mostra ed avere qualcuno su cui infierire. LA LORO IPOCRISIA FA SOLO PENA.

Giua

Sab, 30/01/2016 - 07:25

Qualcuno puo` definire "Amore"? L'amore che ha mille significati dipendenti della esperienza degli individui e del contesto sociale di dove si vive.