Scendono dal treno ma dimenticano il figlio neonato a bordo

Due genitori sono scesi dal regionale diretto a Pinerolo dimenticando a bordo il figlio neonato. Il piccolo è stato ritrovato da un poliziotto in borghese e un altro passeggero. Resituito alla coppia in dieci minuti

Scaricano dal treno bagagli e passeggino ma dimenticano il figlio neonato sulla carrozza.

Attimi di panico per due genitori che, a causa di una mera distrazione, hanno scordato di prelevare il figlioletto di pochi mesi, beatamente addormentato nel porta enfant, dal vagone del regionale a bordo di cui viaggiavano.

Stando a quanto riferisce Torino Today, I fatti si sono verificati nel tardo pomeriggio di sabato, attorno alle ore 19.30. I due coniugi sono scesi dal treno SFM2 diretto da Chivasso a Pinerolo alla fermata di Ariasca, hanno depositato sulla banchina le valigie e il telaio del passeggino, ma non il bambino. Si sono accorti che il piccolo era rimasto a bordo solo quando il convoglio aveva già ripreso la marcia. Ragionevolmente spaventati dall'accaduto, hanno subito allertato il personale della stazione affinché potesse darne comunicazione al capotreno del regionale. Sono stati momenti terribili ma, per fortuna, la vicenda si è risolta con letizia nel giro di dieci minuti.

Il bebè era già stato recuperato, infatti, da un passeggero e un poliziotto in borghese. I due avevano subito intuito che il neonato fosse rimasto incustodito, sicché, si sono rivolti al conducente segnalare la circostanza. Tutto si è risolto nel migliore dei modi.

Il treno ha raggiunto la stazione di Pinerolo in men che non si dica. Alle 19.40 il piccolo era di nuovo tra le braccia di mamma e papà, spaventato ma in perfetta salute. Ad attenderlo vi era anche un'ambulanza e una pattuglia dei carabinieri, chiamati ad intervenire in via precauzionale.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.