Genova, chiede aiuto ad 82enne e tenta di derubarlo: preso magrebino

Mosso a compassione dal giovane straniero che gli chiedeva una moneta, l'anziano ha preso il portafogli per aiutarlo, finendo così nella trappola. Le sue urla hanno fortunatamente richiamato l'attenzione di alcuni agenti di pattuglia, riusciti in breve a fermare il ladro

Arriva da Lavagna, comune italiano in provincia di Genova, la notizia dell'ennesimo tentativo di furto commesso nei confronti di un anziano, raggirato da uno straniero che era riuscito ad impietosirlo ed a convincerlo a concedergli l'elemosina. La pronta reazione della vittima, che ha subito cominciato ad urlare quando si è reso conto dell'inganno, ha consentito l'immediato intervento dei rappresentanti delle forze dell'ordine locali, riusciti a bloccare il malvivente prima che questi facesse perdere le proprie tracce.

L'episodio, secondo quanto riferito dagli inquirenti che hanno riportato le dinamiche dell'intera vicenda, si è verificato durante il pomeriggio dello scorso venerdì 28 febbraio. La vittima, un uomo di 82 anni, stava transitando in piazza Vittorio Veneto, quando ha visto avvicinarsi un giovane cittadino straniero. Quest'ultimo ha subito cercato di impietosirlo, chiedendogli insistentemente del denaro, e l'anziano, mosso a compassione, ha deciso di aiutare il ragazzo. Preso il proprio portafogli per cercare qualche spicciolo da dare al giovane extracomunitario, l'82enne è caduto senza saperlo nella trappola del ladro. Con scatto fulmineo, infatti, lo straniero ha coperto il portamonete con un piccolo telo (il classico trucco del fazzoletto) ed ha cercato di strapparlo dalle mani del legittimo proprietario.

Immediata, fortunatamente, la reazione dell'uomo che, superato lo sconcerto iniziale, ha subito cominciato a gridare perché qualcuno accorresse in suo aiuto. Le urla dell'82enne sono state udite dagli agenti del commissariato di Chiavari (Genova), che si trovavano nelle vicinanze. A causa di numerosi furti ai danni di anziani registrati in zona nell'ultimo periodo, i poliziotti si trovavano infatti impegnati in un'operazione di pattugliamento del territorio finalizzata proprio ad impedire tali fenomeni.

La pattuglia in servizio ha immediatamente raggiunto l'82enne, che ha indicato la direzione presa dallo straniero, fuggito prima dell'arrivo degli uomini in divisa. Ne è dunque nato un veloce inseguimento, andato avanti per alcuni metri e conclusosi con il fermo del responsabile. Dichiarato in stato di fermo, il ladro è stato quindi caricato sulla volante e tradotto negli uffici della centrale, dove si sono svolte le pratiche di identificazione ed incriminazione. Si tratta di un giovane 22enne originario del Marocco, arrestato con l'accusa di tentato furto con destrezza. Posto in stato di fermo in attesa di processo, il nordafricano ha subito il giudizio direttissimo durante la giornata di ieri.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Brutio63

Dom, 01/03/2020 - 16:01

Le risorse delle ONG lavorano sempre!

Ritratto di giangol

giangol

Dom, 01/03/2020 - 21:18

Risorse sempre a lavoro per pagarci la pensione,vero sboldrina?