Giallo sulla morte di Andrea Durin ​tecnico del suono di Vasco e Battiato

Andrea Durin, musicista e tecnico del suono di molti artisti italiani è mancato a Bogotà, in Colombia. La sua morte però avvvolta nel mistero e la famiglia chiede verità

Andrea Durin "è morto per cause naturali", almeno cos sostengono le autorità locali in attesa dell’autopsia. L'hanno trovato senza vita, in una camerta di un albergo nel centro di Bogotà, capitale della Colombia. Sul corpo nessuna traccia di lividi o echimosi, come non ci sono tracce di droghe, psicofarmaci o tranquillanti. Eppure Andrea è morto, lasciando così una moglie, tre figli e una lavoro che amana: musicista e tecnico del suono dei più importanti musicisti italiani come Vasco Rossi, Laura Pausini, Franco Battiato e Nek. La sua morte resta avvolta nel mistero.

Gli ultimi messaggi su Facebook

"Mio fratello stava benissimo, non faceva uso di droghe ed era partito il 6 febbraio per una vacanza avventura in Honduras e Colombia" sostiene il fratello, Paolo Durin, 47 anni, titolare di una carrozzeria a Firenze. I due si sono sentiti l'ultima volta il 16 febbraio, con alcuni messaggi su Facebook. Andrea era arrivato a Bogotà il giorno prima. "Era contento, aveva appena esplorato la giungla con una guida dormendo in tenda — continua il Paolo, il fratello— un’avventura straordinaria aveva detto e anche da brividi quando lo aveva rincorso un caimano. In Italia sarebbe dovuto tornare il 20 febbraio e invece...". Invece, solo il silenzio. Il fratello scansa la droga: "Ce l’aveva anche con chi si drogava ecco perché non può essere stata la coca o l’acido ad averlo ucciso".

​La morte di Andrea è un mistero ma la famiglia vuole la verita. "Ancora non sappiamo quando realmente è morto Andrea — prosegue il fratello —. Mi hanno detto che dovrei andare a Bogotà per il riconoscimento ma io ho paura, ci sono cose che non capisco. Perché la nostra famiglia è stata avvertita della morte una settimana dopo? I colombiani dicono che non riuscivano a identificarlo e invece Andrea aveva con sé il passaporto".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

ziobeppe1951

Mar, 28/02/2017 - 17:13

Bogotá?..ah ..si...paese famoso per le sue meravigliose farfalle

cgf

Mar, 28/02/2017 - 18:20

@ziobeppe1951 anche per le zanzare.