Gomme invernali, sanzioni ​per chi non le ha ancora cambiate

Chi non ha ancora sostituito le gomme invernali rischia una sanzione amministrativa da 419 a 1.682 euro e il ritiro del libretto di circolazione

Gomme invernali, sanzioni ​per chi non le ha ancora cambiate

L'estate è iniziata. Tutti gli automobilisti avrebbero già dovuto cambiare gli pneumatici entro il 15 maggio scorso. Per chi non l'avesse ancora fatto e venisse beccato si prospettano sanzioni durissime. Infatti, secondo una circolare ministeriale, la numero 1049, chi venisse fermato per un controllo dai vigili o dalla polizia stradale con le gomme invernali rischia una sanzione amministrativa da 419 a 1.682 euro e il ritiro del libretto di circolazione. In più, in caso di incidente stradale, l’assicurazione è autorizzata a non pagare i danni.

Senza considerare poi che rimandare troppo il cambio gomme fa consumare inutilmente un treno di pneumatici mediamente più costoso. Come ricorda Assogomma, infatti, la circolare numero 1049 rilasciata il 17 gennaio 2014 dal Ministero dei Trasporti prevede che bisogna controllare il "codice di velocità" delle gomme di tipo M+S riportato sulla carta di circolazione. Codice che può essere inferiore solo dal 15 ottobre al 15 maggio.

"È sempre bene circolare con pneumatici idonei e specifici per il periodo stagionale di riferimento - afferma Fabio Bertolotti, direttore di Assogomma - Così facendo si circola più sicuri e si ottimizzano i consumi di carburante e degli pneumatici stessi".

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
ilGiornale.it Logo Ricarica