Italiani preoccupati per la scuola: cosa dicono i social

Mascherine, Green pass e vaccini: la scuola è al centro delle discussioni sui social ed è il tema più dibattuto dopo la pandemia

Italiani preoccupati per la scuola: cosa dicono i social

Ultimi giri di lancette per la riapertura delle scuole e SocialCom ha stilato un report completo su come l'argomento sia stato trattato online negli ultimi mesi da diverse tipologie di utenza. La ricerca, eseguita con il supporto di BlogMeter, ha preso in considerazione le conversazioni social tra il 1 maggio e il 6 settembre, durante il quale ne sono state tracciate 4,55 milioni inerenti il tema scolastico, che hanno portato a un totale di 83 milioni di interazioni attorno alla scuola.

Dal report risulta che solo il Covid ha preoccupato di più gli italiani rispetto alla scuola, visto che gli argomenti legati alla pandemia hanno generato 12 milioni di interazioni. A dimostrare maggiore interessamento per le tematiche scolastiche sono state le regioni del meridione, dove la Dad è stata protratta per un periodo più lungo. Vaccini, Green pass e mascherine sono gli argomenti correlati alla scuola che hanno generato maggiore traffico tra i genitori, i docenti e gli studenti.

La parola "vaccinare" è quella maggiormente utilizzata nelle conversazioni inerenti la scuola e, come spiegato nel report, "ha riguardato sia il tema dell’obbligo vaccinale per il personale scolastico (insegnante e maestro), quanto l’ipotesi di estensione della misura anche per gli alunni (studente e giovane)". Altrettante discussioni ha generato l'introduzione dell'obbligo di Green pass per tutto il personale scolastico, con gli utenti che si sono divisi tra favorevoli e contrari, dando vita ad accese conversazioni sul tema.

Non viene rilevata tra i primi argomenti di discussione per volume di interazioni la parola "dad". "Al riguardo è verosimile ipotizzare come l’utilizzo di questa modalità di apprendimento sia considerata ormai superata e irripetibile in una società che sta pian piano imparando a convivere con il virus", si spiega nel report SocialCom. È stato particolarmente dibattuto anche il tema delle mascherine, soprattutto da parte di genitori che insegnanti che si sono domandati come fare per spiegare ai bambini più piccoli che devono indossare la mascherina durante tutte le ore di lezione.

Senza sorpresa i dati che riguardano i canali in cui si sono svolte maggiormente le discussioni, con una netta predominanza di Facebook (60,33%), seguito dai siti di blog e news (24,9%) e da Twitter (11,71%). Il social network dell'uccellino azzurro è quello in cui le discussioni vengono maggiormente affrontate con il supporto di esperti del mondo medico e di giornalisti. La Campania è la regione che ha effettuato il maggior numero di ricerche sul tema scuola, seguita dalla Calabria, dalla Puglia, dalla Sicilia e dalla Basilicata.

Commenti