Immigrato si dà fuoco all'aeroporto di Fiumicino

Un ivoriano si è dato fuoco. Salvato da un agente della Polaria, ora versa in grave condizioni

Immigrato si dà fuoco all'aeroporto di Fiumicino

Doveva essere espulso dall'Italia. E così, un uomo della Costa D'Avorio, ha deciso di darsi fuoco all'aeroporto di Fiumicino.

Il verbale di notifica di presentazione per il decreto di espulsione sarebbe stato rilasciato dalla Questura di Roma. Questa mattina, l’ivoriano doveva presentarsi agli uffici della polizia di frontiera per l’attuazione del provvedimento. L’uomo si è dato fuoco a ridosso del varco doganale di ingresso del personale aeroportuale nella sala transiti, dietro il gabbiotto di rappresentanza dell’Alitalia.

L'uomo ha riportato gravi ustioni anche se è stato subito soccorso da un agente della Polaria che ha spento le fiamme e nell'intervento è rimasto a sua volta ferito a un braccio. Sia l’ivoriano sia un poliziotto che si trovava nelle vicinanze sono ricoverati all’ospedale Grassi di Ostia.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti