India, vota per il partito sbagliato e si amputa il dito

Il caso di un ragazzo di25 anni che ha deciso di punirsi. Voleva votare per i socialisti, ma ha votato per i conservatori

India, vota per il partito sbagliato e si amputa il dito

È accaduto nel Nord dell'India, nello Stato dell'Uttar Pradesh (dove si trova il Taj Mahal), e la notizia sta facendo il giro del mondo. Un uomo di 25 anni è andato a votare. Fin qui nulla di sorprendente. Quando è uscito dal seggio, però, si è accorto di aver segnato la sua preferenza sul partito sbagliato. A quel punto, preso dalla rabbia, ha deciso di punirsi. E si è amputato un pezzo di dito. Lo stesso con cui aveva votato e che era stato poi marcato con inchiostro indelebile. Una prassi contro la corruzione elettorale per evitare che gli stessi elettori votino più volte.

Secondo quanto si legge sul sito della Bbc l'uomo avrebbe confuso i simboli dei partiti e per sbaglio avrebbe votato per il Bharatiya Janata Party, il partito nazionalista e conservatore del primo ministro Nerendra Modi.

Il ragazzo si chiama Pawan Kumar ed è un sostenitore del partito socialista, il Bahujan Samaj Party.

A diffondere la notizia è stato lo stesso Kumar che ha diffuso sul web un video in cui spiega che al posto del simbolo dell'elefante ha dato la preferenza al simbolo con il fiore di loto. Un errore, per lui, imperdonabile.

Commenti