Il vergognoso schiaffo dell'ong alla Guardia Costiera: "Ecco perché ci bloccano la nave"

"Se tu fossi veramente preoccupato per la sicurezza delle persone che abbiamo salvato, non passeresti ore e ore a cercare modi per trattenerci in ogni occasione", lamenta il capitano che di fatto punta il dito contro la Guardia Costiera

Dopo il nuovo fermo amministrativo dell'Alan Kurdi, a causa delle numerose e reiterate irregolarità rilevate dagli ispettori della Guardia costiera a bordo dello scafo, ecco arrivare puntualmente le piagnose lamentele da parte della Ong tedesca Sea Eye, ovvero quella che finanzia le attività della nave nel mar Mediterraneo.

L'organizzazione, in occasione delle dichiarazioni ufficiali rilasciate nelle ore successive al blocco dell'imbarcazione, ha parlato esplicitamente di complotti politici e di accanimento, senza, evidentemente, prendere in considerazione il fatto che tali irregolarità fossero già state rilevate e contestate in occasione del primo fermo amministrativo della Alan Kurdi nel nostro Paese. Bisogna tornare indietro fino al 6 maggio del 2020, giorno in cui la nave fu segnalata per violazione delle norme di sicurezza a Palermo. Ciò nonostante, le autorità concessero all'equipaggio di riprendere il mare per raggiungere un cantiere navale in Spagna, nel quale si sarebbero dovute effettuare le modifiche necessarie per adeguarsi alla direttiva comunitaria 2009/16/Ec, recepita dall'Italia nel 2011. "Irregolarità che alla luce dell'ispezione odierna non risultano ancora rettificate", aveva spiegato al termine dei controlli la Guardia costiera.

"È inaccettabile che l'Italia metta in dubbio la capacità delle autorità tedesche e spagnole di giudicare la sicurezza a bordo dell'Alan Kurdi", ha attaccato il presidente della Sea Eye, la quale rientra nell'annovero delle cosiddette organizzazioni "no profit" e supporta economicamente le attività di recupero di "migranti" nel Mediterraneo."È assurdo. I fermi delle navi di soccorso tedesche hanno motivi puramente politici". Gordon Isler si gioca quindi la carta del complotto per spiegare dal suo personalissimo punto di vista i motivi che hanno spinto le autorità a fermare l'imbarcazione nel porto di Olbia.

"È già la seconda volta quest'anno", dice il presidente e fondatore della Sea Eye, secondo cui già le autorità tedesche e spagnole avevano certificato la bontà delle condizioni di sicurezza a bordo dello scafo dopo la sosta obbligata in cantiere.

Affermazioni non proprio in sintonia con quanto rilevato dalla Guardia costiera ieri, ovvero una"consistenza dei mezzi collettivi ed individuali di salvataggio, certificati dallo Stato di bandiera, per 20 persone, a fronte di un numero notevolmente superiore di persone recuperate a bordo durante la sistematica attività di "ricerca e soccorso" svolta nel Mar Mediterraneo". Nonostante che si pensi alla sicurezza dell'equipaggio e degli extracomunitari caricati a bordo della nave, il capitano di Alan Kurdi sfodera anch'egli la teoria del complotto: "Se tu fossi veramente preoccupato per la sicurezza delle persone che abbiamo salvato, non passeresti ore e ore a cercare modi per trattenerci in ogni occasione", attacca Joachim Ebeling come riportato da AdnKronos. La Sea-Eye è pronta a presentare ricorso immediato contro quella che viene definita senza giri di parole "detenzione".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

FabioEno

Sab, 10/10/2020 - 13:27

perche invece loro non si mettono a raccattare clandestini per motivi politici?

Giorgio5819

Sab, 10/10/2020 - 13:27

Fara butti del mare, trafficanti senza senso e senza scrupoli, appoggiati, sostenuti e agevolati da gente senza dignità. Chi consente che si svolga un'attività illegale va perseguito quanto e più di chi la svolge.

ITA_Chris

Sab, 10/10/2020 - 13:34

Niente più soldi alle ong

lorenzovan

Sab, 10/10/2020 - 13:48

hueila'..ma il Conte non era complice delle ONG ?? staranno mica facendo moina ??lolololol..controordine camerati...

Malacappa

Sab, 10/10/2020 - 13:55

Perche'invece di venire in Italia non andate in germania li'non ci sarebbero problemi IPOCRITI

AntonioLatela

Sab, 10/10/2020 - 13:58

La Guardia Costiera, unitamente alla Marina Militare, ha da sempre salvato migliaia di migranti naufraghi oltre che chiunque in mare si trovi in difficoltà. Quando i guardia coste ed i marinai italiani soccorrevano i migranti in mare probabilmente i volontari delle ONG facevano ben altro nella vita. Quindi nessuno si permetta di fare illazioni sul comportamento operativo dei nostri militari : sono agenti ed ufficiali di polizia giudiziaria, imparziali e super partes rispetto agli orientamenti del governo e della politica. Nelle loro attività di polizia giudiziaria devono dar conto all’ Autorita’ Giudiziaria ed ai superiori gerarchici. I rigorosi controlli alle imbarcazioni li fanno ritualmente a tutti in mare, non solo alle imbarcazioni delle ONG. È normale che queste ultime vanno ispezionate con il massimo rigore proprio in virtù del fatto che esercitano un’ attività delicata; che determina problematiche sociali di rilevanza internazionale; che necessita di accertamenti scrupolosi anche a tutela dei migranti imbarcati e trasportati. I nostri militari sanno bene cosa significa salvare le persone in difficoltà e soccorrere ! E lo fanno con professionalità ed umanità come dimostrato a livello internazionale. Nessuno si azzardi quindi a immischiarli nelle beghe politiche sui migranti facendo illazioni su controlli strumentali alle ONG.

ExOccidenteLux

Sab, 10/10/2020 - 14:01

La Guardia costiera rettifica infine le balle neolinguistiche propinateci in altre occasioni: "migranti" e "ricerca e soccorso" sono finalmente virgolettati. Molto bene. Invitiamo il Giornale a fare qualche pezzo d'inchiesta sui finanziatori dei traghetti per afroindiani, siamo stufi di un mainstream che affronta solo dettagli e non tocca mai i veri responsabili.

QuasarX

Sab, 10/10/2020 - 14:10

l'unica cosa veramente inaccettabile e' dover sentire anche questi lamenti vergognosi dopo che si sono permessi di scaricarsi le risorse

killkoms

Sab, 10/10/2020 - 14:11

Buffoni e basta! Rimorchiate e scaricate a terzi!

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Sab, 10/10/2020 - 14:17

Se questi pirati dei mari venissero arrestati immediatamente,col fine di impartire loro una severa lezione legale,penale e giudiziaria,la faranno sempre franca e minacceranno coi loro modi arroganti le autorità imponendo la loro ideologia,sostenuta dai trattati internazionali.

ExOccidenteLux

Sab, 10/10/2020 - 14:21

@AntonioLatela Non diciamo idiozie. Le forze armate si rifiutano di difendere i confini della repubblica, che è l'unica vera ragione della loro esistenza. Sostenere che stanno agendo di fatto come sostegno all'invasione della nostra terra non sono "illazioni", è la verità. L'unica scusa che possono accampare è che obbediscono agli ordini, una motivazione che dopo Norimberga non è più accettata in sede di giustizia.

venco

Sab, 10/10/2020 - 14:36

I migranti sono liberi di buttarsi a mare, andar a "salvarli" vuol dire essere complici della criminalità degli scafisti.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Sab, 10/10/2020 - 14:38

AntonioLatela Sab, 10/10/2020 - 13:58 Purtroppo il mio pensiero è diverso dal suo! La guardia costiera non sta facendo affatto quello che dovrebbe essere deputata a fare:pattugliare le coste italiane in lungo ed in largo e far si che i barchini fantasma non approdino. La loro missione è solo quella di prendere ordini dall'alto,ossia dal ministero degli interni.Attualmente tale ministero da ordini di far sbarcare tutti,indiscriminatamente.

Ritratto di Italia_libera

Italia_libera

Sab, 10/10/2020 - 14:55

Plauso alla Guardia Costiera! Controllate e controllate questi scafisti con la bandiera e bandiere straniere pirate !

cgf

Sab, 10/10/2020 - 15:11

Se i lavori raccomandati vengono poi effettivamente eseguiti senza far ricorso, fa molto bene la GC a rilevare che debbano essere eseguiti. Perché non vanno in Spagna dove sono sicuri di farla franca?

Enne58

Sab, 10/10/2020 - 15:25

Ma piantatela di fare i piangini, se non vi va bene andate altrove, magari a casa vostra, vedrete come vi accolgono

ziobeppe1951

Sab, 10/10/2020 - 15:43

Ma la Lamorgese, tutta divisa e distintivo, non era quella che diceva di respingere al villaggio 600000 clandestini?... contrordine fasciokomunisti.... lololololo

sarascemo

Sab, 10/10/2020 - 16:14

ExOccidenteLux Sab, 10/10/2020 - 14:21 Le FFAA fanno illoro mestiere, sono i politici che non lo fanno a dovere. Sciacquarsi la bocca quando si parla di FFAA!

Ritratto di giangol

giangol

Sab, 10/10/2020 - 16:24

Il Mediterraneo e l' Europa è grandem possono sempre andare in Spagna Francia Croazia Turchia Egitto Marocco eccc...invece no! Stanno qui da noi e Ci comandano pure.

Luthien

Sab, 10/10/2020 - 16:31

"È inaccettabile che l'Italia metta in dubbio la capacità delle autorità tedesche e spagnole di giudicare la sicurezza a bordo dell'Alan Kurdi" - se ciò non vi aggrada potete sempre sbarcare i vostri "carichi" in Germania o in Spagna. Perché vi ostinate ad attraccare da noi?

Santorredisantarosa

Sab, 10/10/2020 - 16:39

AIUTO AIUTO CI HANNO BLOCCATO E NON POSSIAMO GUADAGNARE PERDIAMO INCASSI.

giancristi

Sab, 10/10/2020 - 17:37

La strada maestra è il blocco di tutte le Ong. Sono oggettivamente complici dei trafficanti che, quando sono presenti le navi delle Ong, fanno partire i loro barconi. Probabilmente le Ong, sotto qualche forma (donazioni?), ricevono finanziamenti dai trafficanti.

ExOccidenteLux

Sab, 10/10/2020 - 17:59

@sarascemo Tu difenderai le "FFAA", che immagino significhi Forze Filo Africane Aeronavali, anche quando installeranno un bel checkpoint mascherina sotto casa tua e impianteranno una centro di accoglienza accanto alla scuola di tua figlia. "Obbedivo agli ordini" non è una scusa.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 11/10/2020 - 10:45

Fate apposta come fanno loro, inventatevi qualsiasi scusa per bloccargli e sequestargli la nave. Che vadano nei loro lidi (porti) a divertirsi. Pensano di comandare a casa d'altri? Proprio comunsiti sono, il disprezzo totale delle persone per bene, aiutare solo i delinquenti.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Dom, 11/10/2020 - 11:06

Tranquilli, sbarcheranno in giornata. La nostra reazione di fronte agli scafisti internazionale è quella delle vittime nei confronti dei bulli. Qualche piagnisteo, qualche lamentela e poi si prendono le botte comunque.

SemprePiùBasito

Dom, 11/10/2020 - 11:52

Perchè questo caro signore, con questa sua carretta del mare non se ne va nell'oceano pacifico a raccattre i naufraghi ? Perchè non guadagna quanto qui con questo suo operato. Venditori di esseri umani, fate schifo !!!!