L’Iss contro il governo: "Test anche agli asintomatici"

Continua la guerra delle cifre. Governo e Iss in rotta di collisione sul modo in cui vengono conteggiati i malati da coronavirus sul territorio italiano

Continuano i problemi sul conteggio dei malati da coronavirus. C’è una guerra di cifre. Statistiche e numeri che scatenano polemiche su polemiche tra i tecnici. Quegli addetti ai lavori, quegli scienziati, che forniscono un supporto imprescindibile al governo. Sono divisi. E, al centro delle “chiacchiere”, c’è la svolta dell’esecutivo di non fornire più tutti i dati sui contagi, ma soltanto quelli dei casi clinici. Di chi insomma sta male e finisce in ospedale. Ora a storcere il naso sono le istituzioni sanitarie italiane ed europee. Con i super esperti dell’Istituto superiore di sanità (Iss) che, dietro la decisione governativa di non sottoporre più a test chi è asintomatico vedono il pericolo che la situazione sfugga di mano, “facendo schizzare in alto” il numero dei malati.

A non prendere bene questa decisione c’è anche un’istituzione europea. L’Ecdc, l’Agenzia europea di prevenzione e controllo delle malattie. Fa sapere di non credere che i focolai di infezione al nord del Paese dipendano dal fatto che noi abbiamo cercato il virus mentre gli altri no. “È assolutamente vero che in Italia sono stati testati pazienti senza sintomi e che siano stato eseguiti molti tamponi. Ma la stessa cosa è avvenuta anche in altri Paesi”, confida a La Stampa, un dirigente dell’agenzia che chiede di restare anonimo. “Non penso - aggiunge - che l’emergere di focolai in alcune zone del nord si possa spiegare semplicemente in questo modo”.

L’Europa, non vede di buon occhio la decisione di Giuseppe Conte e compagni. A non convincere gli esperti europei è poi la scelta di escludere dal conteggio i casi non ancora convalidati dall’Iss. Da due giorni il governo ha deciso, infatti, che la definizione di “caso” deve essere fatta, direttamente, dall’Istituto Superiore di Sanità. La motivazione sarebbe semplice: perché questo test può dare falsi positivi e falsi negativi, per cui è importante che quelli che emergono dalle regioni vengano ancora considerati come casi sospetti. Walter Ricciardi, membro dell’Oms e consulente del governo per l’emergenza, aveva affermato: “È importante che le regioni non facciamo comunicazione. Per l’impegno di trasparenza che noi abbiamo con le istituzioni internazionali, se loro dicono che quello è un caso, anche se sospetto e non confermato, noi poi lo dobbiamo comunicare a livello internazionale”. Con le relative ripercussioni. In seguito, cosa fondamentale, aggiungeva: “Sovrastimati i casi positivi”.

Netta la risposta europea. “Per quanto riguarda i casi confermati - dice l’Ecdc - è corretto sia l’Iss a validarli, ma non vediamo tanti falsi positivi. Pertanto in via precauzionale e alla luce delle evidenze della qualità dei test al di fuori dei centri di riferimento regionali, verranno utilizzati i dati che includono i controlli fatti localmente e non solo quelli validati dall’Istituto”. Per l’Europa il contatore dell’epidemia in Italia continuerà a girare più velocemente di quanto vorrebbe il governo italiano, spaventato dalle fibrillazioni dei mercati e dello spread.

Ma anche al prestigioso Istituto superiore di sanità crescono di ora in ora i dubbi sull’ultima inversione di rotta “minimalista” delle nostre istituzioni. I conti sono presto fatti. Somministrando i tamponi solo a chi ha sintomi e ha avuto contatto con persone o aree contagiate, e comunicando solamente i casi clinici, saranno sempre di più i contagiati che finiranno fuori dai radar, rischiando di propagare l’infezione. Da qui la previsione che il tasso di letalità finirà potrebbe schizzare. Dati che fanno riflettere in un momento delicato per tutto il Paese.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

bernardo47

Sab, 29/02/2020 - 12:37

cerchiamo di non prendere troppe confidenze, specie se istituto superiore di sanita', da' indicazioni diverse.

Raffaello13

Sab, 29/02/2020 - 12:48

La politica della spazzatura posta sotto il tappeto per far bella figura è cialtrona ed in questo caso criminale, perchè rischia di causare centinaia di Morti!

Giorgio5819

Sab, 29/02/2020 - 13:07

Ci avevano provato I cinesi a mettere a tacere le notizie, avevano perfino arrestato quello che aveva parlato per primo, il resto é storia conosciuta. Tipico atteggiamento comunista, omertà, sotterfugi, fumosità, menzogne, tutto pur di scappare dalle responsabilità. Un colore, un'ideologia, una bandiera, un solo risultato. COMUNISTI.

Giorgio5819

Sab, 29/02/2020 - 13:09

Scappano, si nascondono, mentono, farfugliano, smentiscono...sempre la stessa tattica. Comunisti fino alla fine.

cecco61

Sab, 29/02/2020 - 13:11

Oggi non vengono fatti i test neppure a chi presenta i sintomi e vive insieme a malati conclamati e positivi al test. Per essere oggetto di attenzione bisogna avere gravi difficoltà respiratorie e febbre almeno a 39, altrimenti nulla. D'accordo col non voler seminare il panico, d'accordo che anche l'economia vuole la sua parte ma tutte le campagne per invogliare la gente a uscire e ad aggregarsi potrebbero avere conseguenze disastrose. E non è possibile leggere ogni giorno, uno accanto all'altro, articoli che invitano a comportamenti diametralmente opposti.

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Sab, 29/02/2020 - 13:18

E anche stavolta Giuseppi l'ha fatta fuori dal vaso.

tiromancino

Sab, 29/02/2020 - 13:24

Elusione sanitaria,la pagheremo cara

tormalinaner

Sab, 29/02/2020 - 13:50

Come al solito l'Italia va da un estremo all'altro, adesso stanno tutti bene i contagi diminuiscono e abbracciamoci tutti, poi.....la fine!

lolafalana

Sab, 29/02/2020 - 14:02

E' chiaro che è scattata la censura sui dati (...e poi criticavano la Cina...) tanto che è già uscito il sondaggio di propaganda che rileva che solo il 17% degli italiani si preoccupa del contagio: se non si è capito ecco come si usano scorrettamente i sondaggi per manipolare le menti del popolo...

daniperri

Sab, 29/02/2020 - 14:37

Giusto lolafalena. E quanta confusione.

unosolo

Sab, 29/02/2020 - 14:42

i dati sono relativi ma stanziamenti effettivi da parte dello Stato per aiutare la ricerca e tutti coloro che operano per assistere i cittadini quanti sono ? cifre vaghe e limitate quasi a dire comprateci la Amuchina ?

Ritratto di filospinato

filospinato

Sab, 29/02/2020 - 14:49

lolafalana - forse il 17% degli italiani conosce la differenza tra tasso di letalità e tasso di mortalità. Quindi perchè dovrebbero preoccuparsi?

sbrigati

Sab, 29/02/2020 - 14:53

Purtroppo bisogna decidere se si vuol cercare di fermare il virus o stangare l'economia. Certo che se il virus dovesse, come alcuni esperti dicono, essere così letale, sarebbe una tragedia immane.

bernardo47

Sab, 29/02/2020 - 15:40

Dare retta a istituto superiore di sanità, mi sembra il minimo! O si preferisce il pandemonio?

DRAGONI

Sab, 29/02/2020 - 15:40

L'AZZECCAGARBUGLI INGARBUGLIA ANCHE CIFRE E STATISTICHE!!

McGeorge

Sab, 29/02/2020 - 16:13

Non effettuare il tampone faringeo ai familiari di chi ha contratto il coronavirus e a chi è venuto in contatto con persone che hanno contratto il virus, è deontologicamente incomprensibile per un medico.

Ritratto di cape code

cape code

Sab, 29/02/2020 - 17:12

bernardo47, paura che il governicchio faccia figuracce e cada eh babbeo??

Ritratto di cape code

cape code

Sab, 29/02/2020 - 17:14

Buffoni al governo, un circo ridicolo di macchiette impaurite senza la minima idea. Cadrete con un tonfo pauroso comunisti schifosi.

bernardo47

Sab, 29/02/2020 - 17:17

ripristinare le indicazione di Istituto Superiore di sanita'! troppo pericoloso il virus! Speranza sveglia!

Tranvato

Sab, 29/02/2020 - 17:26

Governo pericoloso nella sua totale incapacità a gestire questa emergenza: solo il Presidente della Repubblica può provvedere....

oracolodidelfo

Sab, 29/02/2020 - 17:37

Avevano tempo due mesi per prepararsi. Non sono stati neanche in grado di fabbricare tamponi e mascherine a sufficienza. Questi cialtroni sperano nella clemenza del Coronavirus!

oracolodidelfo

Sab, 29/02/2020 - 19:01

Tranvato 17,26 - sono d'accordo. Il Presidente Mattarella ha forse l'ultima occasione per non farsi coinvolgere da questi cialtroni e dimostrare agli italiani che è il loro Presidente. Forza Presidente, saremo con Lei!

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 29/02/2020 - 19:38

Siamo all'ìassurdo che dobbiamo sperare che sia l'europa, nostra matrigna, a liberarci da questa terribile caricatura di governo! Oggi evidentemente le tv avevano avuto ordine dall'alto di spargere ottimismo... ma hanno durato poco! Poi sono arrivate le notizie, e gli stessi giornalisti si sono resi conto che la loro pietosa finzione era insostenibile.

jaguar

Sab, 29/02/2020 - 20:51

In tutto questo casotto mi sa che i dati sui contagi vengano taroccati, la Cina insegna.