L'anticiclone perde colpi, in arrivo piogge ed un calo termico

Oggi e domani aumenteranno le nubi con qualche pioggia al Centro-Nord. Da mercoledì una rapida incursione di aria fredda di origine polare farà diminuire ovunque le temperature

L'anticiclone perde colpi, in arrivo piogge ed un calo termico

Dopo giorni di dominio incontrastato, l'anticiclone comincia a perdere colpi. Un indebolimento dell'enorme struttura che regna sul Mediterraneo causerà un cambiamento delle condizioni meteo sul nostro Paese con nubi e piogge sparse che ci terranno compagnia, ad intermittenza, per gran parte della settimana.

Come mostrano le immagini del satellite, l'Italia non è più protetta al 100% dall'alta pressione come accaduto nel fine settimana: masse d'aria umida avanzano da ovest provocando un aumento delle nubi al Nord e sull'area tirrenica centro-settentrionale. Come dicono gli esperti, nel corso della giornata è prevista qualche piogga sparsa sulla Liguria e sulla Toscana mentre sulla fascia alpina e prealpina è prevista qualche nevicata seppur debole ed a quote alte per la stagione.

Occhio alle nebbie

L'aumento dell'umidità porta con sè una stagnazione dell'aria e la formazione di foschie e nebbie fitte sulle zone di pianura. Se questa mattina anche Roma si è svegliata "nebbiosa" in alcuni quartieri, attenzione alla Val Padana dove si formeranno nebbie che risulteranno localmente intense e persistenti durante la giornata.

Bel tempo, invece, sulle regioni adriatiche, al Sud e sulle Isole Maggiori dove l'anticiclone farà, ancora una volta, la voce grossa ed il tempo si manterrà in gran parte stabile e soleggiato.

Temperature sopra le medie

Nonostante le nubi al Centro-Nord, il clima si manterrà ovunque mite e con valori termici ancora ben superiori alle medie del periodo: anche oggi, al Sud, si potranno tranquillamente raggiungere i 18-20 gradi di massima. Farà più fresco soltanto sulle zone di pianura dove resisteranno le foschie ed i banchi di nebbia.

Calo termico a metà settimana

Se la giornata di domani, martedì, sarà una sorta di fotocopia della giornata odierna, qualcosa cambierà mercoledì quando un temporaneo spostamento dell'alta pressione verso nord causerà un rinforzo dei venti da Tramontana e Grecale associati ad una diminuzione delle temperature su tutta Italia: aumenteranno anche le nubi con piogge sparse soprattutto al Centro-Sud.

Sarà un peggioramento molto veloce: al Nord non cambierà granchè a parte un salutare ricircolo dell'aria che spazzerà vie le nebbie, dal Centro in giù acquazzoni si alterneranno a spazi di sereno e qualche nevicata imbiancherà gli Appennini a quote superiori agli 800-1000 metri.

Le temperature scenderanno, finalmente, di alcuni gradi con un ritorno a condizioni più consone per la seconda decade di febbraio.

Fine settimana con un altro mostruoso anticiclone

Mentre venerdì 21 febbraio avremo una residua instabilità atmosferica all'estremo Sud, sul resto del Paese si riaffaccerà l'alta pressione pronta a ristabilire condizione di stabilità su tutta l'Italia specialmente nel corso del successivo weekend e con temperature in nuovo e generale aumento.

Se le proieizioni a medio termine saranno confermate, l'alta pressione potrebbe essere ancora più forte di quella che abbiamo sperimentato negli ultimi giorni con temperature nuovamente pronte a schizzare verso l'alto.

QUI TUTTE LE PREVISIONI