Ubriaco aggredisce gli agenti, poi il 28enne devasta questura

Notte di follia per un 28enne già noto alle forze dell'ordine: fermato a fatica dagli agenti intervenuti dopo le segnalazioni del vigilante di una sala bingo e di alcuni passanti, ha proseguito col suo atteggiamento violento anche in questura

Tensioni a Latina, dove durante il fine settimana si è verificato l'ennesimo episodio di aggressione nei confronti dei rappresentanti delle forze dell'ordine: questi stavano cercando di riportare alla calma un giovane del posto che, visibilmente ubriaco, li ha attaccati, per poi sfogare la propria furia anche all'interno dei locali della questura.

I fatti, secondo quanto riferito dalla stampa locale, si sono verificati nella notte tra sabato 29 febbraio e domenica 1 marzo, intorno alle 2:00. In evidente stato di alterazione psico-fisica dovuto all'abuso di alcolici un 28enne, già noto alle autorità per dei precedenti, si aggirava nella zona della movida, creando disordini e disturbando i passanti. Non pago, ad un certo punto il giovane è entrato nella sala bingo della Galleria Pennacchi, sita in viale Don Giuseppe Morosini, ed ha aggredito uno degli addetti alla sicurezza. Avvicinatosi all'uomo con fare provocatorio, il 28enne ha chiesto una sigaretta e poi cercato lo scontro col vigilante, costretto a rinchiudersi all'interno del locale ed a lasciare fuori il facinoroso. Quest'ultimo, ormai fuori controllo, ha quindi cominciato a tempestare la porta di pugni e calci, motivo per cui è stato lanciato l'allarme.

Tante le segnalazioni giunte in centrale da parte non solo dell'addetto alla sicurezza, ma anche di alcuni passanti, che denunciavano di essere stati importunati in via Lago Ascianghi, a poca distanza dalla sala bingo. Accorsi sul posto, gli agenti della polizia di Stato hanno subito individuato il responsabile, trovato in stato di forte agitazione e con delle ferite al labbro ed alle mani. I poliziotti hanno quindi allertato i sanitari del 118, cercando poi di avvicinarsi e di parlare al 28enne nel tentativo di farlo calmare.

Alla vista degli uomini in divisa e degli operatori arrivati in ambulanza, il giovane ha tuttavia reagito con violenza. Dopo essersi rifiutato di seguire le indicazione degli agenti e di fornire le proprie generalità, ha minacciato i sanitari di infettarli con il proprio sangue. Inutile ogni tentativo di far ragionare il giovane, sempre più aggressivo, il quale è addirittura arrivato ad attaccare uno dei poliziotti, causandogli delle lesioni. Alla fine gli uomini del reparto volanti si sono visti costretti a ricorrere allo spray urticante in dotazione per immobilizzare l'esagitato, poi affidato alle cure degli operatori del 118 che lo hanno medicato. Trasportato successivamente negli uffici della questura di Latina, il 28enne ha seguitato con il suo atteggiamento violento. Danneggiati una porta, presa a calci dal giovane, ed anche un computer. Furioso, l'esagitato ha continuato ad inveire contro gli agenti che lo stavano scortando, prendendoli anche a sputi.

Nonostante la forte resistenza del soggetto, gli inquirenti sono infine riusciti ad espletare le pratiche di identificazione e di arresto. Il 28enne, tale E.S., è stato dunque accusato del reato di oltraggio, resistenza, lesioni e minacce a pubblico ufficiale oltre che di danneggiamento di beni pubblici. Finito in una cella della casa circondariale di Latina, il giovane si trova adesso a disposizione dell'autorità giudiziaria ed in attesa di processo, previsto per la giornata di oggi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Giorgio5819

Lun, 02/03/2020 - 18:17

Ci pensa gabrielli...