Latina, sputi e insulti sulla bara di Luigi Capasso

La rabbia delle persone contro Luigi Capasso si è espressa all'uscita del feretro dall'obitorio: sputi e insulti rivolti al corpo del militare che ha ucciso le figlie e sparato alla moglie

Latina, sputi e insulti sulla bara di Luigi Capasso

La vicenda che vede come protagonista e carnefice il carabiniere Luigi Capasso - l'uomo che si è barricato in casa facendo fuoco prima sulla moglie, poi sulle figlie e infine su stesso - ha sconvolto l'Italia.

L'indignazione contro il feretro

Il militare dopo ore di trattativa si è suicidato. Il suo funerale previsto nella chiesa Missionari dei Sacri Cuori, a Secondigliano è stato annullato: niente messa in chiesa. La salma è stata benedetta in forma privata nel cimitero di Poggio Reale.

Come spiega il fratello sulle pagine de Il Tempo, "mi sono lasciato convincere - spiega il fratello, Gennaro- ma non ci sarebbero stati problemi perché a Luigi volevano tutti bene qui. Io ho accettato di non fare il funerale perché non sono lucido. Solo oggi sto realizzando di aver perso mio fratello".

Le parole del fratello vengono smentite dai fatti: la rabbia della gente per il gesto compiuto da Capasso è limpida e si è espressa all'uscita del feretro dall'obitorio. La bara scortata per essere portata al cimitero è stata riempita di insulti e sputi.

Commenti

Grazie per il tuo commento