Picchiata, rapinata, sequestrata dai nigeriani: "Ti facciamo a pezzi"

La ragazza era intervenuta in difesa di un'amica, pestata e derubata del cellulare per avere respinto il corteggiamento di uno dei due africani: sequstrata in auto, era stata condotta a Lecce, e proprio qui ha approfittato della confusione per uscire dal mezzo e chiedere aiuto, così da salvarsi

Interviene per aiutare l'amica, schiaffeggiata e derubata del cellulare per aver rifiutato le avances di un connazionale, e per questo viene aggredita, sequestrata in auto e minacciata di morte: per sua fortuna riesce ad aprire lo sportello dell'auto e due agenti della digos di Lecce, udite le disperate grida di aiuto, intervengono per salvarla.

Una situazione che si sarebbe potuta concludere in modo tragico, quella vissuta da una donna di nazionalità nigeriana durante il tardo pomeriggio dello scorso giovedì 5 marzo. Tutto ha avuto inizio all'esterno di una struttura d'accoglienza sita a Caprarica di Lecce. La prima donna viene contattata da uno dei due balordi nigeriani ed esce dalla casa semplicemente per parlare, trovandosi in breve a dover respingere delle insistite avances. Furioso per non aver visto ricambiato il suo interesse, il nigeriano l'ha aggredita e colpita al volto, mentre il connazionale che si trovava con lui si è impossessato del cellulare della vittima, nel frattempo in lacrime e dolorante.

Un'altra nigeriana, ospite anch'ella della medesima struttura, esce all'esterno udendo le grida dell'amica ed interviene in sua difesa, riprendendo la scena di violenza con il suo telefono ed intimando agli aggressori di andarsene, con la minaccia che avrebbe mostrato il filmato a qualche responsabile del centro d'accoglienza. Immediata e violenta la replica dei due nigeriani, che strappano il telefono di mano alla donna e si dirigono all'interno dell'auto usata per raggiungere la struttura.

La nigeriana li segue per recuperare il maltolto, ma a questo punto i connazionali la spingono con forza nell'abitacolo e di fatto la sequestrano, portandola a Lecce in auto e tenendola buona con la esplicita minaccia di pesanti ritorsioni. "Ti ammazziamo e ti facciamo a pezzetti", le hanno gridato i due aguzzini, come riportato da "Lecce News 24".

La donna, scalza e senza giacca, ha trovato comunque il coraggio di reagire quando la vettura si è infilata in mezzo alle vie trafficate della città, cercando di gridare per attirare l'attenzione di passanti ed automobilisti. I nigeriani si voltano verso di lei e cercano di fermarla e di tapparle la bocca, ma la connazionale è lesta ad approfittare della circostanza per aprire lo sportello e correre verso l'esterno. Mentre gli uomini si erano già lanciati al suo inseguimento, ecco intervenire in sua difesa due agenti della locale digos fuori servizio, che si trovavano all'interno di un bar in viale Marche. Udite le grida della straniera, gli agenti si sono precipitati verso di lei proprio mentre i due aguzzini cercavano con la forza di farla salire nuovamente in auto. Dopo il primo intervento dei poliziotti, sul posto giungono anche due volanti della questura. Grazie al supporto di un terzo nigeriano, che fa da interprete alla connazionale, da poco tempo in Italia, gli inquirenti ricostruiscono l'intera vicenda . A finire in arresto sono i due 31enni Patrik Unity e Imiefoh Desmond, in possesso di regolare permesso di soggiorno.

Con l'accusa di rapina e sequestro di persona, sono finiti dietro le sbarre del carcere leccese di Borgo San Nicola, in attesa del giudizio direttissimo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

ziobeppe1951

Sab, 07/03/2020 - 14:15

Attendiamo le femministe in piazza...ah no! ..c’è il Coronavirus

diegom13

Sab, 07/03/2020 - 14:24

Al di là dell'ovvia condanna dei due e delle altrettanto ovvie considerazioni sulla gestione del fenomeno migratorio, mi viene da abbracciare la vittima e dirle che ha avuto un gran coraggio, a difendere l'amica contro due delinquenti. E ha dimostrato senso della legalità.

killkoms

Sab, 07/03/2020 - 14:27

nemmeno tra loro..!

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 07/03/2020 - 14:39

ma quanto sono bravi e gentili 'sti niggeriani!va buò,dovete rispettare i loro usi e costumi!!!

mareblu30

Sab, 07/03/2020 - 14:49

BEEEE....HHHEEEEE SI VEDE CHE I NIGERIANI AVEVANo ANALIZZATO attentamente la disponibilita' di ACCOGLIENZA OFFERTAGLI. IN POSSESSO del permesso a delinguere SUL SUOLO ITALICO SPHAACCH

venco

Sab, 07/03/2020 - 14:51

Clandestini e richiedenti asilo NON devono circolare liberi, vanno mantenuti in strutture chiuse.

DRAGONI

Sab, 07/03/2020 - 14:52

NORMALE. FINO A POCHI DECENNI FA PRATICAVANO KIL CANNIBALISMO. A KINDU FURONO UCCISI E MACELLATI I NOSTRI AVIATORI CHE OPERAVANO PER CONTO DELL'IONU.

ulio1974

Sab, 07/03/2020 - 15:23

Spero che una volta usciti dal carcere, gli venga strappato il regolare permesso di soggiorno e rispediti a casa loro

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 07/03/2020 - 15:53

Leggendo in continuazione di questi fatti, come fa uno a non essere razzista! Quelli che si professano antirazzisti, lo fanno per sembrare chic!

maurizio50

Sab, 07/03/2020 - 15:59

Sono tutti povere vittime della guerra che non c'è in Nigeria. Vero Compagni?????

zadina

Sab, 07/03/2020 - 16:35

Non dobbiamo preoccuparci anche questi due nigeriani fanno parte delle grandi risorse della Boldrini e della sinistra, con un buon avvocato pagato dal popolo Italiano e un giudice buonista finita la causa saranno messi subito in libertà pronti per ricominciare con la benevolenza della giustizia.

routier

Sab, 07/03/2020 - 17:01

"...i due nigeriani sono finiti in carcere..." Dove, visti gli innumerevoli pregressi, resteranno alcune ore o, nella peggiore delle ipotesi, alcuni giorni poi a piede libero in attesa di processo. (o di diventare "uccel di bosco") Sappiamo che i magistrati applicano la legge e quindi non è colpa loro ma è un film che abbiamo visto fin troppe volte e ormai ci ha stufato!

Ritratto di computerinside

computerinside

Sab, 07/03/2020 - 17:12

Feccia che abbiamo in Italia in abbondanza grazie ai buonisti e ai sinistroidi! Dobbiamo buttarli tutti fuori al più presto.

Romalupacchiotto

Sab, 07/03/2020 - 17:13

Non abbiamo bisogno di questi delinquenti, via il permesso di soggiorno, ci sarebbe da chiedere chi sono i bravoni che hanno rilasciato questi permessi, via dall'Italia cosa fanno qui da intrusi??? Rubano ,violentano, spacciano ed altro. Fare accordi con i governi di questa gente devono essere rimpatriati immediatamente c'è da aver paura , gli italiani non hanno chiesto di farli entrare in Italia. E poi non c'è guerra in Nigeria. Qui fanno la bella vita a nostre spese, inoltre quantificare tutti i danni che hanno commesso ed addebitarli ai loro governi. Galera nei loro paesi.

Ritratto di FraBru

FraBru

Sab, 07/03/2020 - 17:14

Finché certe imprese restano "in famiglia", facciano pure, le italiane ormai le hanno già passate tutte quante...

timoty martin

Sab, 07/03/2020 - 17:17

Strano, non abbiamo più visto ne sentito la Boldrini difendere le sue "utilissime" risorse, quelle che avrebbero dovuto pagare le nostre pensione ma che in realtà ci costano tantissimo, sia finanziarmente che in serenità. Boldrini avrebbe cambiato idea sull'utilità di questi delinquenti?? Violenti, delinquenti e spacciatori fuori dall'Italia subito.

martinsvensk

Sab, 07/03/2020 - 17:27

Come stupirsi? Quando si fa entrare chiunque in un paese non difendendo i suoi confini e dando per scontato "cattocomunisticamente" che ogni migrante sia una mite pecorella un po "smarrita", questi episodi sono di normale amministrazione.

roberto zanella

Sab, 07/03/2020 - 17:44

iniettiamogli al bxxxxxxo mangiabanane un bel corona virus anche se non 19

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Sab, 07/03/2020 - 17:44

Perché giudizio direttissimo ? Per metterli subito fuori?

Kucio

Sab, 07/03/2020 - 18:00

Ragazze e Signore pensate che agrari vi innamorerete di uno di Loro. Imparate le Loro usanze prima che Vi tacciano di razzismo...

Ritratto di moshe

moshe

Sab, 07/03/2020 - 18:06

NE.RI BAS.ARDI !!!!!

Ritratto di moshe

moshe

Sab, 07/03/2020 - 18:07

Boldrini, nulla da dire?

mannix1960

Sab, 07/03/2020 - 18:13

E ora l'obbligo di firma NON GLIELO LEVA NESSUNO! W L'ITALISTAN

autorotisserie@...

Sab, 07/03/2020 - 18:17

sono i prediletti che stano al governo....poi li vanno a prendere ...sconosciuti alla sanita'....e non gli fanno neanche il tampone. maledetti anti italiani..miserrimi vi aspettiamo alle URNEEEEE LADRI DI DEMOCRAZIA

Yossi0

Sab, 07/03/2020 - 18:41

PresidentA se c'é batta un colpo ...

kayak65

Sab, 07/03/2020 - 18:49

Ziobeppe1951@ in piazza scenderanno...per difendere le risorse dalle ragazze che con il loro atteggiamento li avevano provocato .si sa la carne fa gola!

Ritratto di RedNet

RedNet

Sab, 07/03/2020 - 19:12

Certo e grazie al PD e company i due malviventi domani sono gia' fuori sulla strada a vendere droga per il sostegno dei POLITICI e company

MammaCeccoMiTocca

Sab, 07/03/2020 - 19:16

Un bel volo in aereo, un paracadute finto ed un salto in mare.

dredd

Sab, 07/03/2020 - 21:23

Grandi uomini che picchiano una ragazza. Appendeteli

obiettore

Sab, 07/03/2020 - 22:13

Bastardi chi li ha voluti.

Ritratto di saggezza

saggezza

Sab, 07/03/2020 - 23:05

ziobeppe1951 vi è un virus peggiore del coronavirus che non si riesce ad estrapolare. La falce e martello da certi cervelli. E tutto va in quella logica e li condiziona. E non, nel vero buon senso che non ha colore politico.

VIVASALVINI

Sab, 07/03/2020 - 23:21

Come mai i tg NON PARLANO MAI DI QUESTE SCHIFEZZE COMPIUTE DALLE LORO SCIMMIESCHE RISORSE?AH, VERO, SOLO SE SCAPPA IL MORTO! COME PAMELA!! ASPETTANO CHE LE NOSTRE FIGLIE LE FANNO A PEZZI, PER PARLARNE A CARATTERI CUBITALI? E' UNO SCHIFO QUOTIDIANO! BASTA CO STI GORILLA! SBATTETELI NELLA JUNGLA, DA DOVE PROVENGONO! AH, SONO FELICE PER ZINGARACCI! HA INSISTITO LUI, SENZA SE E SENZA MA....AD INZOZZARE LA NOSTRA BELLA ITALIA, CHE NON C'E' PIU'! CHE SI ISOLI INSIEME AI SUOI NxxxI IN AFRICA!!

Ritratto di eaglerider

eaglerider

Sab, 07/03/2020 - 23:38

Fino a quando questi bastardi non saranno bastonati per bene ogni volta che si comportano male, con le leggi di mxxxa che ci sono in Italia, potranno solo peggiorare i loro comportamenti. E non mi frega niente se gli Italiani fanno lo stesso. Loro non ci devono stare e quindi sono abusi che non accetto. La giustizia e le tasse sono degli Italiani e loro non pagano tasse e a casa loro la giustizia gli taglierebbe le mani!

Rixga

Dom, 08/03/2020 - 08:10

Dove è il movimento metoo ora? Non sono donne anche le nigeriane? Non sono orchi i loro connazionali quando le trattano con violenza? Buona festa delle donne a tutti i nostri tesori più preziosi senza cui non potremmo vivere, mi auguro che il genere umano si evolva e smetta con la violenza di ogni tipo.

al59ma63

Dom, 08/03/2020 - 10:02

LE FEMMINISTE???dove sono???....la loro dignita'dov'e'????.....quelle contro la prevaricazione del maschio???? S P A R I T E

orione43

Dom, 08/03/2020 - 10:11

Non vedo cosa ci sia da meravigliarsi di un tale comportamento. Ricordiamoci che siamo in Italia e questa è la mentalità buonista e di accoglienza a cani e porci dei cattocomunisti. La giustizia pertanto si adegua e appoggia tale comportamento

Ritratto di abj14

abj14

Dom, 08/03/2020 - 12:10

ulio1974 15:23 scrive : "Spero che una volta usciti dal carcere, gli venga strappato il regolare permesso di soggiorno e rispediti a casa loro" - - - Giusto; concordo. Però nell'attesa che questo succeda (semmai succederà, viste le troppe esperienze precedenti dei ns bravi magggistrati) sarebbe altrettanto auspicabile che all'uscita trovino una decina di energumeni pugliesi che li fanno pentire di aver messo piede in Italia. - Da quelli parti, se vogliono, sanno come fare il tutto in piena tranquillità e discrezione. - (3° invio)