Lei diventa lui, lui diventa lei e poi le nozze

La coppia avrà presto un figlio generato in Ucraina con la pratica dell'utero in affitto

Lei diventa lui, lui diventa lei e poi le nozze

Il comune di Orbetello ha celebrato le nozze di Davide e Alessia. Fin qui nulla di strano se non fosse che il consigliere comunale che ha celebrato il matrimonio ha chiamato Alessia col nome di Alessio e Davide col nome di Valentina così come riportato sulla loro carta d'identità.

I due giovani sposi, infatti, hanno da tempo iniziato un percorso per cambiare sesso ma il loro matrimonio si è celebrato con gli stessi riti di un qualsiasi altro matrimonio, con tanto di abito bianco e lancio del bouquet per la sposa e di smoking per lo sposo. La coppia, emozionata, è stata salutata da centinaia di persone che hanno atteso in piazza per circa un'ora, applaudendoli alla loro uscita dalla sede del Comune. Alessia, di Orbetello, e Valentina, di Gallarate, fin da piccoli hanno sempre rifiutato il corpo e si facevano già chiamare con i loro nuovi nomi quando si sono innamorati l'uno dell'altra. Hanno deciso di proseguire il loro viaggio verso la completa "transizione" da un genere a un altro fidanzandosi e andando a vivere insieme fino alla decisione di convolare a nozze. Ma non è finita qui perché a breve partiranno per l'Ucraina dove è consentita la pratica dell'utero in affitto e dove Davide (nato Valentina) ha messa a disposizione 30mila euro per realizzare il sogno di avere un figlio in una clinica di Kiev. I due giovani, poi, si sono ripromessi di ricelebrare le loro nozze una volya che il loro cambiamento di sesso sarà completato e registrato anche all'ufficio anagrafe.

Commenti