La gaffe dell'ambasciata italiana: se cerchi l'ufficio scolastico finisci su un sito porno

La scoperta, poi il collegamento è stato cancellato dalla pagina istituzionale. Ma l'indirizzo web è ancora attivo

La gaffe dell'ambasciata italiana: se cerchi l'ufficio scolastico finisci su un sito porno

L'ambasciata italiana di Bruxelles utilizzata come strumento di contatto per un gruppo di scambisti. Ecco l'ultima trovata apparsa sul web che ha sorpreso e non poco chi si è ritrovato ad incappare nell'insidioso link dalla dicitura tutt'altro che ammiccante. Naturalmente l'ambasciata italiana, una volta compreso quanto stava accadendo, ha subito provveduto a rimuovere il collegamento, ma ormai in rete girano ancora screenshot della presenza del link sulla pagina istituzionale. L'indirizzo in questione, fra l'altro, è ancora attivo, e si si clicca su di esso veniamo immediatamente portati in una pagina dai contenuti fin troppo espliciti.

A denunciare per primo la cosa Umberto Rapetto, direttore editoriale di Infosec.new, portale online che si occupa principalmente di trattare argomenti inerenti la sicurezza informatica. Rapetto racconta la storia di un suo amico, che vive a Bruxelles per lavoro, andato tempo fa a cercare informazioni sul sito dell'Ambasciata italiana per avere dei chiarimenti circa il calendario scolastico del proprio figlio. La scoperta, per lui, è stata a dir poco sensazionale. Entrati sul sito della sede diplomatica italiana, sarebbe bastato andare sulla voce "Contatti" per accedere all'elenco degli uffici disponibili.

Una volta lì, sotto la voce School departement ed i numeri di telefono della segreteria con tanto di indirizzo email per i contatti, si sarebbe trovato il link incriminato, vale a dire www.ufficioscolasticobruxelles.eu. Un indirizzo apparentemente del tutto innoquo, che certo non fa pensare ad un sito dal contenuto pornografico. Invece cliccando sul collegamento l'amico di Rapetto è finito dritto dritto in una pagina dai contenuti erotici dedicata a scambisti ed a chi cerca escort.

Venuta a conoscenza della presenza del link, l'Amabasciata italiana non ha perso tempo ed ha immediatamente eliminato il collegamento. Al momento non sappiamo come questo sia finito sulla pagina istituzionale, e se siano stati presi provvedimenti in merito. Quanto è certo è che l'indirizzo web è ancora in funzione: se lo si digita, infatti, si viene immediatmente reindirizzati su un sito per erotomani, dove vengono presentati annunci per un pubblico adulto con tanto di escort e incontri gratuiti. Il tutto condito da linguaggio volgare. Non certo un sito che dei genitori consulterebbero in cerca di informazioni per la scuola dei loro figli.

Commenti