L'Italia verso lo "scenario 4": così può scattare il lockdown

Se i contagi non diminuiranno potrebbe scattare la misura più drastica. Zone rosse, scuole e attività: ecco quali sono le misure "molto aggressive" che rischiamo di subire

Torna l'incubo di quella parola che solo a sentirla o a leggerla fa venire i brividi. Non solo perché ci riporta alle drammatiche immagini della scorsa primavera in cui ogni giorno morivano centinaia di persone, ma anche perché l'ombra di un'altra serrata totale fa davvero paura soprattutto a quelle attività che sono state già colpite in queste settimane. L'ipotesi lockdown, inizialmente esclusa dal premier Giuseppe Conte, ora torna sul tavolo: l'aumento costante ed esponenziale dei contagi non promette nulla di buono e perciò adesso anche dal governo iniziano a prendere in considerazione il pugno durissimo. Se fino a qualche settimana fa il "dentro tutti" non veniva visto come una possibilità per fronteggiare la seconda ondata del Coronavirus, adesso è diventata una strada che presto potrebbe vedere compiersi.

Il presidente del Consiglio pochi giorni fa alla Camera aveva annunciato l'ingresso dell'Italia nello scenario di tipo 3: ecco perché nell'ultimo Dpcm sono stadi disposti l'interruzione "di alcune attività sociali/culturali maggiormente a rischio, quali discoteche e bar anche su base oraria", l'incentivazione dello smart working "al fine ridurre l'affollamento dei trasporti pubblici e delle sedi lavorative", lo scaglionamento a rotazione, didattica a distanza per le scuole e una serie di chiusure temporanee "in funzione del numero dei casi sospetti nella singola comunità scolastica". Ma le misure restrittive introdotte 5 giorni fa potrebbero non bastare: gli esperti invitano a valutare gli effetti dell'attuale decreto prima di procedere alla drastica decisione, ma se il valore dell'indice di trasmissibilità (Rt) dovesse superare la soglia di 1,5 ci farebbe avvicinare sempre di più allo scenario più grave (il quarto).

Ora può scattare il lockdown

Come punto di riferimento si prende sempre il documento "Prevenzione e risposta a Covid-19: evoluzione della strategia e pianificazione nella fase di transizione autunno-invernale", in cui sono contenute le diverse modulazioni delle possibili misure da adottare in relazione all'evoluzione degli scenari epidemiologici. Stando allo studio redatto dall'Istituto superiore di sanità, un Rt prevalentemente e significativamente maggiore di 1.5 ("ovvero con stime dell’intervallo di confidenza al 95% di Rt maggiore di 1.5") potrebbe portare rapidamente "a una numerosità di casi elevata e chiari segnali di sovraccarico dei servizi assistenziali, senza la possibilità di tracciare l’origine dei nuovi casi". L'eccezione si verificherebbe qualora l'epidemia si dovesse diffondere "prevalentemente tra le classi di età più giovane", proprio come è accaduto nei mesi estivi. Uno scenario che nel documento è classificato al numero 1 ma che, fanno notare dall'Iss, "sembra essere poco probabile".

L'avvertimento lanciato dagli esperti è chiaro: con un aumento dei casi tanto forte da rendere impossibile le attività di tracciamento e il rischio che le terapie intensive non riescano a reggere, diventerebbero necessarie "misure di contenimento molto aggressive". La portata delle norme dipenderà ovviamente dalla durata dell'ondata e dal livello di rischio. Al fine di limitare la mobilità "in aree geografiche sub-regionali" si potrebbe procedere all'istituzione di zone rosse, estendendole "su scala provinciale o regionale" dove il rischio dovesse rimanere moderato per almeno 4 settimane. Ma non solo: nel ventaglio delle ipotesi vi sono la chiusura di "alcune attività sociali/culturali maggiormente a rischio" e il superamento della didattica a distanza mediante la chiusura temporanea di scuole e università "in funzione del numero di casi".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

okorop1

Ven, 30/10/2020 - 10:07

e che facciano sto lockdwon ed anche in fretta, hanno perso troppo tempo con misure dannose ed inutili....

manson

Ven, 30/10/2020 - 10:24

Sarebbe l’ora visto che affidarsi alla nostra responsabilità è puerile. Ma che abbiano il coraggio di farlo e non mezze misure che sono solo uno stillicidio esasperante

antonmessina

Ven, 30/10/2020 - 10:26

ma piantatela di fare terrorismo! quali casi? ogni 10 giorni i asi precedenti spariscono ! inoltre è stato dato ordine di far credere positivi i tamponi anche solo con 1 segmento di virus (quindi assolutamente innoquo! ) piantiamola di fare terrorismo ! cercate di informarvi e informarci correttamente

Ritratto di Antonosofiro

Antonosofiro

Ven, 30/10/2020 - 10:27

..."superamento della didattica a distanza mediante la chiusura temporanea di scuole e università "in funzione del numero di casi". Comincia ad essere tangibili uno dei VERI aspetti di questa pandamia con valore aggiunto ad uso gorvernativo.

jaguar

Ven, 30/10/2020 - 10:29

Se chiudono ora la chiusura si protrarrà per mesi, poi però in piazza non vedremo solo i balordi che danno fuoco ai cassonetti. E per il dopo lockdown non basteranno i soldi promessi dall'Europa.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Ven, 30/10/2020 - 10:32

M andate a quel paese:quello della repubblica delle banane!

stefano.f

Ven, 30/10/2020 - 10:40

Questa situazione andrà avanti fino a quando non ci sarà una copertura al 80% col vaccino che poi non servirà a nulla e forse sarà anche bene non farlo. A breve diranno che la Pasqua 2021 è a rischio e forse anche la prossima stagione estiva.

Ritratto di tomari

tomari

Ven, 30/10/2020 - 11:04

Attività sociali e CULturali? Basta chiudere e sfrattare i comunisti da tutti i Centri Asociali!

dubbioso_ma...

Ven, 30/10/2020 - 11:11

per 4 ciarlatani al governo che han passato mesi a pavoneggiarsi e fare i banchi con le rotelle ora la gente perdera' il lavoro! Lo scopo e' quello di farci vaccinare tutti e tramite il vaccino di controllarci.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Ven, 30/10/2020 - 11:11

stefano.f Ven, 30/10/2020 - 10:40 È una dittatura sanitaria voluta e premeditata a livello mondiale per azzerare tutta l'economia assoggettando le fasce deboli verso la povertà assoluta con divario fra le classi privilegiate che agiranno in completa autonomia e le fasce più deboli che saranno costrette a chiedere alle prime.

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 30/10/2020 - 11:16

Da Stoccolma arrivano immagini di gente per le strade e nei negozi tutti senza mascherina, non ce n'è uno neanche a pagarlo! Dicono inoltre che in tutti gli ospedali non c'è alcuna emergenza ricoveri, tutto normale.

xgerico

Ven, 30/10/2020 - 11:22

@tomari-- A' ho capito la pandemia e un fatto politico!

manson

Ven, 30/10/2020 - 11:34

gianki53. Vai in Svezia allora dove alla gente se viene detto di stare distanti ci stanno dove non vanno ammassati in piazza se una squadra di calcio gioca dove in caso di necessità la sanità c’è per tutti. E sai perché c’è per tutti?gli svedesi non sono furboni evasori come gli italiani e dove il concetto di lavoro in nero non esiste

xgerico

Ven, 30/10/2020 - 11:36

@gianky53-Ven, 30/10/2020 - 11:16- Si e vero però vedi immagini del 2019!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Ven, 30/10/2020 - 12:15

Scenario 4, 5, 6 non so cosa siano. Congetture di pseudo esperti, molti dei quali ciarlatani degni del mago Otelma. La realtà che io vedo e sento è il via vai continuo delle ambulanze, il suono ossessivo delle sirene è quasi ininterrotto, dieci volte peggio di Aprile. Anche in questo cupo scenario - a breve ogni famiglia piangerà un caro deceduto - la politica trova modo di dividersi, le manifestazioni di piazza impazzano (ottimo modo per diffondere la peste cinese), Sgarbi fa le sue solite pagliacciate e gli altri non sono da meno. Conte ha molte colpe, i suoi ministri sono di qualità talmente scadente (Azzolina, Di Maio, Bellanova, Speranza) che hanno partorito solo idiozie (monopattini, banchi a rotelle, chiusure senza ratio) che a loro nessuno chiede qualcosa. Ma è troppo invocare almeno un minimo di serietà da parte di tutti, Governo e opposizione? Almeno non assumano comportamenti offensivi in questa tragedia epocale: STIANO ZITTI!

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Ven, 30/10/2020 - 12:25

NO LOCKDOWN nazionale!, qui rischiamo di rimanere chiusi in casa per mesi e mesi a marcire. Farà più danni in termini economici e di vittime di altre patologie il lockdown che il Covid stesso. Organizzare cure a casa da parte dei medici di base per i pazienti meno gravi è l'unico modo per alleggerire la pressione sugli ospedali. E distanziamento delle fasce d'età a rischio, segregazione di giovani dagli anziani per cominciare.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Ven, 30/10/2020 - 13:09

dubbioso_ma... Ven, 30/10/2020 - 11:11 Ben detto :il loro scopo principale è quello della vaccinazione di massa per rimpinguare le tasche delle case farmaceutiche o delle multinazionali...

giulio1963

Ven, 30/10/2020 - 13:15

Allora, visto che ci sono parecchie persone favorevoli al lockdown totale, lo sarò anche io, a patto che tutti quelli che sono dipendenti pubblici, pensionati, beneficiari di RDC, diano metà delle loro mensilità a chi si troverà improvvisamente senza lavoro, cosa ne dite?

dubbioso_ma...

Ven, 30/10/2020 - 13:44

attenzione....lockdown significa avere rivolte per le strade con la partecipazione delle persone "normali" e dei giovani ai quali hanno tolto ogni speranza (quindi non piu' sobillatori,marocchini e camorristi) ed esiste un detto : non esiste piu' cattivo che un buono che diventa cattivo...

xgerico

Ven, 30/10/2020 - 15:05

@dubbioso_ma...Ven, 30/10/2020 - 13:44- Ma fai il veggente???