Lite in centro accoglienza: guineano cerca di accoltellare connazionale

A seguito di una lite forse scaturita per futili motivi, un guineano ha cercato di accoltellare un suo connazionale in uno Sprar di Conza della Campania, nell’Avellinese. L’uomo è stato fermato prima da un altro straniero e poi arrestato dai carabinieri

I carabinieri delle stazioni di Sant'Andrea di Conza e di Lioni hanno arrestato un immigrato guineano di 25 anni per tentato omicidio e detenzione abusiva di munizionamento.

A seguito di una segnalazione, i militari erano intervenuti in un centro Sprar di Conza della Campania, piccolo comune in provincia di Avellino, per una violenta lite tra due richiedenti asilo, scaturita probabilmente per futili motivi.

Giunti sul posto, gli uomini dell’Arma sono riusciti immediatamente a sedare la rissa fermando il ragazzo che poco prima, armato di coltello, si era scagliato contro il suo rivale e connazionale.

L’aggressore, fortunatamente, era stato bloccato appena in tempo da un altro immigrato, originario del Togo, che nella colluttazione era rimasto ferito a una mano.

Il 25enne, così, è stato sottoposto a perquisizione personale. Durante l’operazione, i carabinieri hanno rinvenuto nello zaino del ragazzo un coltello a serramanico lungo circa 25 cm, considerato essere l’arma usata negli scontri, e una cartuccia per fucile.

Dalle indagini è emerso che quello non era stato il primo atto di violenza del guineano. Secondo alcuni testimoni, infatti, già nei giorni scorsi l’africano si era mostrato particolarmente aggressivo nei confronti degli altri ospiti del centro.

L’uomo è stato accompagnato in caserma e successivamente, su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, condotto nella Casa circondariale di Bellizzi Irpino, in provincia di Avellino

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Sab, 16/02/2019 - 11:32

ma nooo, era un semplice scambio tradizionale di informazioni!!!