Londra, bufera sul bar: "Una svastica sul frullato"

Il proprietario del Nimconmsoup di Londra costretto a scusarsi anche sul sito: "Colpa di un dipendente che è stato già licenziato"

Londra, bufera sul bar: "Una svastica sul frullato"

Prima la bufera, poi le scuse e l'accusa a un dipendente. È quello che è successo al Nincomsoup di Londra, dove nei giorni scorsi era in vendita uno "smoothie" (un frullato in bottiglia) che aveva una svastica sull'etichetta.

"Uno scherzo di cattivo gusto di un dipendente che abbiamo licenziato", spiega ora Ben Page Philiips, fondatore del Nincomsoup.

La bevanda, a base di latte di mandorle e burro d'archidi, era stata soprannominata "Nutzi". Una parola che nella pronuncia inglese ricorda molto "Nazi". Da qui sarebbe arrivato il logo: una svastica nera su sfondo bianco a richiamare proprio il nazismo (guarda la foto).

Ma quella che probabilmente nell'intenzione del creatore doveva essere uno scherzo e un riferimento simpatico non è piaciuto a molti. E in particolare a chi sui social ha visto circolare la foto del frullato incriminato. Così da ieri sul sito del locale campeggiano le scuse "senza riserve" del proprietario verso "chi giustamente si è sentito offeso".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento