Azzolina promossa: ora ha la poltrona da preside

Assegnati 450 nuovi posti di ruolo ai vincitori del concorso per dirigente scolastico del 2017: tra loro figura anche Lucia Azzolina

Azzolina promossa: ora ha la poltrona da preside

A distanza di anni è stata pubblicata la graduatoria con le assegnazioni delle regioni dei vincitori del concorso dirigenti scolastici del 2017, quello al quale aveva partecipato anche Lucia Azzolina prima di ricoprire l'incarico di ministro dell'Istruzione da gennaio 2020 a febbraio 2021. A quel concorso, l'ex titolare del dicastero della scuola ha ottenuto il 2544° piazzamento. Lucia Azzolina ha sostenuto la prova orale dell'esame durante il periodo nel quale è stata deputata della Repubblica in forza al Movimento 5 stelle.

Ora il Ministero guidato da Patrizio Bianchi ha reso noto ai sindacati che sono stati autorizzati 450 posti per l’immissione a ruolo dei vincitori entro il prossimo anno scolastico 2021/2022. Non ci sarebbe nulla di particolarmente strano, se non fosse che un anno fa è stata fatta scorrere la classifica delle assunzioni dei presidi, con l'immissione di 458 nuovi professionisti, e il tutto è avvenuto quando il ministero dell'Istruzione era sotto la guida di Lucia Azzolina, scatenando molte critiche. Il concorso 2017 non è stato particolarmente fortunato nella sua esecuzione, visto che (come spesso accade) è stato anche oggetto di numerosi ricorsi al Tribunale amministrativo regionale e al Consiglio di Stato, tutti chiusi a gennaio 2021. Nulla di fatto per i ricorrenti e via libera per il Ministero per sbloccare le assunzioni, compresa quella di Lucia Azzolina.

L'ex ministro ha ottenuto l'assegnazione come preside in ruolo in Sicilia. Lucia Azzolina, nonostante non abbia più la titolarità del ministero dell'Istruzione, fino al 2023 è in carica in qualità di parlamentare deputato del Movimento 5 stelle, pertanto si presuppone che fino a quel momento l'ex ministro chiederà l'aspettativa per quell'incarico. Ma in ogni caso, terminato il suo mandato a Montecitorio, Lucia Azzolina ha la certezza di avere il tanto agognato (da molti giovani e non solo) posto fisso nell'istituzione scolastica.

"Azzolina stabilizza se stessa, cosa sarebbe successo se lo avessi fatto io?", commentò Matteo Salvini all'epoca dei fatti, definendo quanto accaduto come una circostanza "inopportuna, imbarazzante e vergognosa". Un appunto morale da parte dell'ex ministro dell'Interno, visto che è stata "legalmente ineccepibile". Lucia Azzolina, però, si difese dalle accuse: "Non è certo il ministro che può decidere di bloccare o non bloccare una graduatoria, fortunatamente".

Tanti i commenti dei social alla notizia e sono molti quelli che hanno ironizzato sull'opera che, più di tutte, ha caratterizzato il mandato di Lucia Azzolina al ministero dell'Istruzione. "E anche questa è durata troppo al Governo … anzi manco dovevano farla Ministro … però dai porterà nella scuola i banchi a rotelle!!!", ha scritto un certo Pasquale. Tuttavia, c'è chi nutre qualche dubbio: "Azzolina DS in Sicilia, strano non l'avrei mai detto. Non rinuncerà mai alla sua posizione da politicante pentastellata da 10mila€ al mese, a settembre sarà nella squadra di G. Conte, altro che paracadute da 5mila€ al mese. In ogni caso, non riuscirebbe ad arrivare a fine mese".

Commenti