Lula, Meloni e Salvini contro Gualtieri e Zingaretti

Il leader della Lega: "Zingaretti e Gualtieri abbracciano e festeggiano Lula, che ha ospitato e difeso per anni in Brasile il terrorista comunista Battisti. Vergognatevi!".

È scontro sulla visita in Italia dell'ex presidente del Brasile Lula. Nella giornata di ieri, infatti, Papa Francesco ha ricevuto per un incontro privato l'ex presidente brasiliano, Luiz Inacio Lula da Silva, uscito dal carcere lo scorso novembre dopo che la giustizia federale di Paranà ha autorizzato il suo rilascio. Il politico brasiliano ha poi incontrato il ministro Roberto Gualtieri e il segretario del Partito democratico Nicola Zingaretti, oltre al segretario della Cgil Maurizio Landini."È stato un piacere poter riabbracciare l'amico Lula in questi giorni a Roma per incontrare Papa Francesco. Circa due anni fa ero andato a trovarlo nel carcere di Curitiba: rivederlo in libertà è stata una bella emozione" ha twittato Gualtieri. "Guardare negli occhi ogni persona. Affrontare i problemi senza paura, senza scorciatoie della destra estrema che indica i nemici e poi fa crollare l'economia. Bellissima conversazione con Lula, uno straordinario protagonista delle battaglie per combattere disuguaglianze", ha poi sottolineato Zingaretti in un messaggio pubblicato sul proprio profilo Twitter.

Lula è stato poi elogiato dai sindacati, in primis Maurizio Landini: "Lo abbiamo aspettato. Abbiamo protestato per Lula Livre. Solo il carcere gli ha impedito di partecipare alle elezioni presidenziali in Brasile e di vincerle. Oggi è venuto a trovarci. Non smetteremo di lottare insieme. Ben arrivato, presidente operaio". Durissima la reazione di Giorgia Meloni e di Matteo Salvini, che hanno tutt'altro parere su Lula, soprattutto perché diede rifugio in Brasile all'ex terrorista Cesare Battisti. La leader di Fratelli d'Italia sui social attacca il Pd: "Zingaretti incontra l’ex presidente del Brasile da poco uscito di galera per una condanna per corruzione e riciclaggio. Lo stesso che disse no all’estradizione dell’assassino e terrorista Cesare Battisti, offendendo la nostra Nazione e le famiglie delle vittime. Ma il Pd e il governo non si vergognano di questo affronto all'Italia?". Matteo Salvini è dello stesso avviso: "Zingaretti e Gualtieri abbracciano e festeggiano Lula, che ha ospitato e difeso per anni in Brasile il terrorista comunista Battisti. Vergognatevi!".

Da registrare anche la dura reazione di Potito Perruggini, nipote di Giuseppe Ciotta, agente di polizia ucciso nel 1977 dai terroristi rossi: "Un mondo più giusto e fraternò. Queste le parole che Lula ha twittato su internet in merito al suo colloquio con Papa Francesco. Ma ha mai pensato se fosse stato giusto e compassionevole e fraterno il modo in cui ha sbeffeggiato il dolore delle vittime di Cesare Battisti? Lo ha mai pensato il nostro ministro Gualtieri che tanto sembra vantarsi della sua amicizia con chi ci ha oltraggiato mancando di rispetto tanto ai familiari delle vittime del terrorista pluriomicida Cesare Battisti quanto allo Stato Italiano che lo ha condannato?".

La scarcerazione dell'ex presidente brasiliano era stata accolta con boati di giubilo dai progressisti di mezzo mondo e ha mandato in estasi un po' tutti i partiti di sinistra. In Italia, il segretario nazionale del Pd, Nicola Zingaretti, aveva manifestato su Twitter tutta la sua gioia: "Bella notizia Lula libero! Un grande presidente, simbolo di un Brasile più giusto e più forte". Dello stesso tenore il tweet di Paolo Gentiloni: "Lula torna in libertà. Un grande presidente che ha combattuto contro la povertà e per il riscatto del popolo brasiliano" .

Commenti

Luigi Farinelli

Sab, 15/02/2020 - 00:52

Questa sinistra ormai non ha più vergogna di niente: sarebbe capace di vendere l'Italia e gli Italiani e di vantarsi mostrando il prezzo del tradimento e del meretricio pur di poter rimanere attaccati alla poltrona della stanza dei bottoni a compiere scempi economici, oscenità liberal, ingegnerie sociali progressiste, ballando "bella ciao" e gridando al "fascismo" ormai presente in Italia. Sono loro che l'hanno resuscitato il fascismo, visto che il pensiero unico di sinistra ha ormai assunto le dimensioni di un opprimente stato di egemonizzazione culturale che ha infettato la nazione come un cancro!

mcm3

Sab, 15/02/2020 - 07:45

Caro Salvini, meglio il nuovo presidente che sta bruciando l'Amazzonia vero ??? Questa e' una vera vergogna ma voi fate solo propaganda, questi problemi non vi toccano

Ritratto di floki

floki

Sab, 15/02/2020 - 10:00

Non capisco questo atteggiamento così smaccatamente filo Usa di Salvini e Meloni.... meglio Lula che Bolsonero, meglio i Chabisti che Guaido... in sud america spesso la sinistra è anche nazionalista!!! I fantocci messi dagli Usa sono tutto quello che movimenti sovranisti Europei dovrebbero contrastare... globalismo, capitalismo sfrenato e anti umano.... invece no!!! C'è più vicinanza tra la destra italiana (quella che trae origine dalla fine del fascismo, con le sue varie evoluzioni) e i movimenti sovranisti con la sinistra sudamericana che con gli Usa.... ma Meloni e Salvini si ostinano a tenere atteggiamenti filo Usa.... boh!!!!

cir

Sab, 15/02/2020 - 12:02

ma non lo sapevate che salvini e' un pagliaccio ? ma aspettate che sparli di PUTIN par capire chi e'?.

utherpendragon

Sab, 15/02/2020 - 13:45

mi viene in mente lo sconcio di quando la terrorista Baraldini , trasferita in Italia per finire di scontare la sua pena nelle patrie galere , fu accolta da figure istituzionali dello stato come fosse un reduce glorioso.

Luigi Farinelli

Sab, 15/02/2020 - 16:21

(1) Leggere i commenti solidali ad Ula e contro Bolsonaro fa capire quanto sia efficace la campagna di denigrazone gratuita che a sinistra trova il massimo dell'efficacia nell'attaccare gli avversari politici per quanto criminali e mortiferi siano stati. Bolsonaro ha vinto nell'ottobre 2018 punendo la sinistra che in 20 anni ha distrutto l'economia brasiliana creando una spirale di corruzione e di saccheggio dei beni di Stato incredibile. Bolsonaro, a causa delle sue idee è stato perseguitato diffamato e calunniato in patria e all'estero dicendo di essere contro le donne, i neri, gli indios, i poveri, i comunisti, gli immigrati, la libertà di espressione. MA PER LA RABBIA E LO SCONCERTO DEI DETRATTORI DI SINISTRA sono state proprio le donne, i neri, i poveri, gli indios e SOPRATTUTTO LE VITTIME DEL SOCIALISMO coloro che lo hanno votato...(continua su 2)

Luigi Farinelli

Sab, 15/02/2020 - 16:31

(2) Chi incensa Lula dovrebbe prima armarsi di onestà intellettuale guardando i fatti e non travisandoli come sanno fare così bene a sinistra. La debacle del Partito socialista (Partido dei Lavoratori) è avvenuta dopo più di 20 anni di distruzione sistematica dell'economia brasiliana creando una spirale di corruzione e di saccheggio sistematico dei beni dello Stato che ha portato il Brasile alla crisi economica più grande della sua storia durante i due mandati del socialdem Cardozo, i due di Lula e uno di Dilma Roussef che hanno smantellato l'apparato produttivo del Paese con un sistema scriteriato di sussidi a 50 milioni di persone contro ogni elementare legge economica....(continua su 3)

Ritratto di pulicit

pulicit

Sab, 15/02/2020 - 17:32

Questi tizi che ci governano uno governatore del Lazio l'altro ministro economia,vergognatevi almeno per le vittime che Battisti ha ammazato e l'ex presidente del Brasile che lo ha protetto.Regards