L'ultima follia: il sondaggio accusato di sessismo

Se anche un sondaggio in Italia può essere accusato di sessismo: si riaccende la polemica social contro un programma della Rai

L'ultima follia: il sondaggio accusato di sessismo

La percezione è che il politicamente corretto stia prendendo una piega eccessiva. Lo dimostra l'ultima polemica montata contro la Rai e contro il programma Top10 condotto da Carlo Conti, in onda su Rai1. L'ultima puntata è andata in onda lo scorso sabato e già durante la serata sui social sono iniziati a comparire post indignati per un sondaggio mostrato dal conduttore che aveva come titolo "Cosa fanno le donne meglio degli uomini?". È bastato davvero poco per veder comparire la parola "sessismo" nei commenti social al programma, un termine che ultimamente viene utilizzato con eccessiva leggerezza per sollevare le polemiche.

I social sono diventati la nuova Stasi del politicamente corretto, sempre all'erta per scovare (spesso anche in programmi del passato) parole e frasi che potrebbero offendere la sensibilità di qualcuno e/o discriminare. Chi fa tv vive con l'ansia di dover pesare ogni singola virgola e parola pronunciata e lo dimostra quanto accaduto pochi mesi fa, sempre in Rai, con il programma Detto fatto. La trasmissione condotta da Bianca Guaccero fu sospesa perché in una delle puntata è stato mandato in onda un tutorial per fare la spesa sexy. E poi ancora il programma "Parliamone sabato", ancora una volta in onda sulla Rai, chiuso in fretta e furia per un servizio che come argomento aveva "perché gli uomini preferiscono le straniere". In entrambi i casi i social hanno avuto la meglio, costringendo la rete ad agire. E anche in questi casi la polemica sorse sul presunto sessismo degli autori.

Nel programma Top10 i concorrenti del game show erano divisi in due squadre. Da una parte le donne (Principesse) dall'altra gli uomini (Pacchisti). I concorrenti erano chiamati a indovinare la classifica risultante da un sondaggio effettuato su donne e uomini di tutta Italia. Le persone intervistate hanno liberamente elencato una serie di attività che, secondo loro, vengono svolte meglio dagli individui di sesso femminile piuttosto che da quelli di sesso maschile. Ma se in studio è nata una discussione pacifica su alcuni aspetti, tesa principalmente a spostare il focus da "le donne lo fanno meglio degli uomini" a "le donne sono più affidabili", sui social è scoppiata una vera e propria polemica.

Tra chi ha parlato di "schifo mandato in onda" e chi ha invocato la chiusura del programma, senza nemmeno sapere che quella in onda era l'ultima puntata della stagione per Top10, i paladini del politicamente corretto non si sono risparmiati contro Carlo Conti e contro la Rai. Eppure, come spiegato in diversi momenti dal conduttore, la classifica non è stata preparata dagli autori del programma ma bensì è stato svolto un sondaggio sul territorio, del quale è stato solo riportato il risultato. Pertanto, se eventualmente sussiste il problema, non è di certo imputabile alla Rai o, tanto meno, a Carlo Conti.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti