La "macchina" dei permessi di soggiorno dentro il fortino dell'illegalità dell'Hotel House

Ancora una volta le Fiamme gialle hanno portato alla luce le irregolarità dell'Hotel House di Porto Recanati. Sono stati scoperti 113 evasori fiscali e 236 partite Iva inattive

Ancora una volta gli uomini della guardia di finanza della tenenza di Porto Recanati sono intervenuti nell'Hotel House del comune maceratese portando alla luce numerose irregolarità. Nel corso del blitz sono stati scoperti 113 evasori totali e 236 partite Iva false. Un complesso residenziale nato nel 1967 che riveste una certa importanza dal momento che nei suoi 480 appartamenti ospita 1200 stranieri appartenenti a 22 nazionalità. Durante la stagione estiva, i numeri triplicano e si arriva anche a più di 3mila inquilini. Immigrati provenienti dal nord e dal centro dell’Africa e asiatici, la maggioranza dei lavoratori che operano al suo interno. Non è questa la prima volta che le attività svolte all’interno dell’hotel passano sotto la lente di ingrandimento da parte degli inquirenti. Negli ultimi anni infatti le Forze di polizia hanno intrapreso, sotto il coordinamento della prefettura di Macerata, diverse attività dirette a garantire il rispetto della legalità.

In particolare, l’ultima attività condotta dai militari della finanza è stata diretta a passare al setaccio tute le operazioni relative al trasferimento di valuta, allo spaccio di droga, alle attività di contraffazione dei marchi e all'abusivismo commerciale. Occhi anche sull'evasione fiscale nel settore delle locazioni immobiliari, il lavoro nero e sul sommerso d'azienda. É stato proprio su quest’ultimo controllo che sono state verificate le posizioni con partita Iva dalle quali sono emersi 113 soggetti sconosciuti allo Stato in quanto non avevano mai presentato la dichiarazione dei redditi o di imposta. Non solo, il blitz ha portato anche alla denuncia di 3 persone per il reato di immigrazione clandestina e un’altra per il favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Permessi di soggiorno mai chiesti e ottenuti, flussi in arrivo e in partenza di migranti rimasti sconosciuti allo Stato fino a quest’ultimo intervento.

Grazie alle donne e agli uomini in divisa, ai residenti perbene, alle istituzioni che non mollano: non si possono tollerare fortini di illegalità”. Sono state queste le parole espresse dal leader della Lega Matteo Salvini dopo l’apprensione della notizia. Quando il numero uno del Carroccio è divenuto ministro dell’Interno ha chiesto una relazione proprio sull’Hotel House trovando poi riscontro di quanto aveva letto nella visita alla struttura il 16 settembre del 2018. In quel contesto è stata trovata una situazione fuori controllo. Da allora le attenzioni degli inquirenti sulla struttura sono state pressanti portando alla luce numerose e periodiche irregolarità. “Ora- ha affermato Matteo Salvini- con la Lega che torna in maggioranza, esplode l’ennesimo scandalo con l’indagine della guardia di finanza contro i reati fiscali. Non abbassiamo la guardia”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di 98NARE

98NARE

Mer, 10/03/2021 - 13:59

ABBATTETELO

Brutio63

Mer, 10/03/2021 - 14:21

Grandi risorse per il futuro dell’Italia. Ma quanto deve durare ancora questo schifo di queste terre di nessuno in mano alla criminalità straniera? Basta con l’Italia campo profughi dell’europa e con le nostre città d’arte trasformate in bivacchi, suk, centrali di spaccio, malaffare e schifezze varie! Riportare la Folgore in Italia dall’Irak ed impiegarla per l’ordine pubblico a supporto delle forze dell’ordine!

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Mer, 10/03/2021 - 15:32

^(*@*)^ Soonoo tuutiii fraateeliii e ssooreeleee basta NON vengano a FRATELLARE E SORELLARE IN vaticano

claudioarmc

Mer, 10/03/2021 - 16:17

Unica soluzione l'abbattimento del fabbricato

Ritratto di ErmeteTrismegisto

ErmeteTrismegisto

Mer, 10/03/2021 - 16:27

Fortuna che non sono assembrati...e tutti portano la mascherina!

Santorredisantarosa

Mer, 10/03/2021 - 17:47

SOLO REATI FISCALI? NON DIMENTICHIAMOCI I REATI DI INVASIONE DI CLANDESTINI, MARMAGLIA CHE SPECULA SULLE VITE DI CLANDESTINI DI BAMBINI MORTI, DI MALAVITA CHE SI ARRICCHISCE CON MANOVALANZA CLANDESTINA, E POI DIVENTANO I PADRONI DI INTERI QUARTIERI DICHIARANDO CHE LORO NON VOGLIONO VILI CAROGNE ITALIANE, ALTRIMENTI LI AMMAZZANO. I REATI TRIBUTARI SONO REATI, MA NON COME I REATI DA CODICE PENALE CHE COINVOLGONO ALMENO 20 REATI GRAVISSIMI. SONO I PADRONI I CLANDESTINI? IO LI FAREI SLOGGIARE IN 10 MINUTI. ECCOME LI FAREI SLOGGIARE. NON PENSATE SOLO AI SOLDI, COME SONO STATI DEPENNATI REATI PENALI DAL QUASI SCOMPARSO RENZI.

Ritratto di pensionato.stufo

pensionato.stufo

Mer, 10/03/2021 - 18:03

Porelli, lasciateli in pace : sono indaffarati perche' mi stanno pagando la pensione !!

Italianocattolico2

Mer, 10/03/2021 - 18:50

Perché queste inchieste si bloccano quando la Lega non è al Governo e tornano d'attualità quando la Lega torna a gestire una parte dello Stato?? Che sia perché la sinistra sguazza nell'illegalità dei falsi migranti ?? Mistero !!!!