Madre suogata partorisce il figlio di suo fratello

Una donna australiana ha fatto da madre surrogata per il suo fratello gay che non riusciva ad adottare un bambino col suo compagno

Madre suogata partorisce il figlio di suo fratello

Una donna australiana di 30 anni ha fatto da madre surrogata per il suo fratello gay che non riusciva ad adottare un bambino col suo compagno. Ashlee Mataele, che vive a Hinchinbrook, Sydney ed è già mamma di tre bambini, ha dato alla luce il piccolo il 4 giugno scorso.

Suo fratello David e il suo compagno Brendan erano alla disperata ricerca di un modo per avere dei figli ma l'adozione per coppie dello stesso sesso era quasi impossibile da ottenere. Ashlee si è sentita, perciò, in dovere di intervenire facendo da 'forno' per il futuro bambino di suo fratello e del suo patner che si sono subito adoperati per pubblicare su internet l'annuncio per trovare un donatore di uovo. Lo sperma è, invece, di Brendan. "Essere una mamma mi ha dato tanta gioia, ho voluto la stessa felicità per David e Brendan”, ha detto Ashlee al Daily Mail che ha raccontato la sua storia. “Quando ho visto quanto David e Brendan stavano lottando per diventare genitori - ha aggiunto la donna -, ho capito che dovevo aiutarli. Alcune persone pensano che sia strano che abbia dato alla luce il figlio di mio fratello, ma penso che sia stato un grandissimo onore”.

"Alle persone che mi hanno chiesto se sarei stata in grado di consegnare un bambino alla fine, ma questo non mi ha preoccupato neanche una volta. Ero zia del bambino, non la sua mamma", ha spiegato Ashlee. David, che ha già tre figli da una precedente relazione, sapeva nel momento in cui ha incontrato Brendan che sarebbero diventati genitori insieme ma è il suo compagno a raccontare come si sono conosciuti. Brendan McQuiggin ha detto: "Ci siamo incontrati quando stavamo studiando per diventare interpreti per la Società sordi, NSW. David aveva tre bellissimi bambini e mi è piaciuto far parte della loro vita quando il nostro rapporto si fece serio. Ma c'era sempre una parte di me che voleva avere un bambino tutto mio". E ha aggiunto: "Quando abbiamo iniziato a cercarlo, il sistema si è accanito contro di noi per il nostro essere omosessuali. Sinceramente pensavo che non sarebbe mai accaduto".

Ashlee, perciò, ha escogitato un piano per aiutare il fratello. Dopo la nascita delle nostre figlie, mi rivolsi a Jhon e dissi: 'Non è giusto che siano genitori meravigliosi, ma non possono avere un bambino insieme' '. Gli ho detto che volevo offrirmi per essere il loro surrogato e lui era incredibilmente favorevole. Pochi mesi più tardi, dopo un sacco di discussioni e ricerche, ho scritto a David e Brendan e mi sono offerta di ‘sfornare' 'il loro bambino" e, dopo alcuni mesi, Brendan e David si sono convinti ad accettare la sua proposta. Brendan ha raccontato: "L'offerta di Ashlee ci ha completamente ammutoliti. Non era solo del tutto genuino, ma un modo per garantire al bambino che ci sarebbe stato un collegamento con la famiglia di David".

Ad Ashlee è stato impiantato il primo embrione a settembre 2015 e subito è rimasta incinta. Il 4 giugno 2016 ha messo al mondo Rylee, un bambino di 4,2 kg, l’ha consegnato tra le braccia di Brendan. La donna ha detto: "Anche se ero super entusiasta di incontrarlo, ho pensato che fosse molto più importante che legasse prima col padre. Dopo che Brendan ha tagliato il cordone, gli infermieri hanno messo Rylee sul suo petto nudo. È stato bello da vedere. L'ho cullato solo dopo che aveva trascorso un' ora o giù di lì con suo padre". "Ero così contenta - continua Ashlee - che avevamo dato un dono incredibile a due persone che significano molto per me. Nel vedere e sentire l'amore che avevano per Rylee dal momento in cui è nato, ho capito che avevamo fatto la cosa giusta". Rylee ora ha 16 settimane di età, passate tutte con i suoi papà amorevoli e i fratelli più grandi, mentre Ashlee racconta la sua storia per sensibilizzare al dono della maternità surrogata. "Non vedo l'ora di vederlo crescere tra le braccia dei suoi papà e di essere per loro la zia che lo ha “sfornato”", ha concluso la trentenne.

Commenti