Il "manager buono" Richard Cousins morto in un drammatico incidente aereo a Sydney

Richard Cousins, il "manager buono" è morto insieme alla sua famiglia a causa di un incidente aereo a Sydney. Era arrivato undicesimo nella classifica dei migliori Ceo del 2017

Richard Cousins, noto anche come il "manager buono", è tra le vittime dell'incidente aereo avvenuto a Sydney lo scorso 31 dicembre.

Cousins era amministratore delegato del colosso della ristorazione Compass dal 2006 ed è arrivato undicesimo tra i 100 migliori Ceo del 2017 dopo aver centrato un profitto di 1,6 miliardi di sterline.

Era insieme a tutta la sua famiglia in Australia e aveva deciso di fare un giro in idrovolante, uno dei giri turistici spetimentati da molti vip per vedere Sydney dall'alto. A un tratto le ali del velivolo si sono abbassate e il piccolo aereo è andato a finire direttamente in acqua.

Insieme all'imprenditore sono morti anche la fidanzata Emma Bowden, 48, redattrice di una rivista inglese, i figli , Edward Cousins, di 23 anni e William Cousins, di 25, la figlia di lei undicenne, oltre al pilota, Gareth Morgan di 44 anni.

Cousins aveva perso la moglie Caroline tre anni fa quando, a 55 anni, è morta a causa di una forma violentissima di cancro che l'aveva stroncata in sei settimane. Richard aveva ritrovato da poco l'amore con Emma che avrebbe sposato a luglio.

Sembra che Cousins fosse anche un uomo molto generoso. Si diceva di lui che fosse il più socialista tra gli amministratori delegati, per la sua dedizione all’azienda e il suo atteggiamento nei confronti dei dipendenti.

La Compass ha un fatturato annuale di 23 miliardi di sterline (circa 25,8 miliardi di euro) ed è attiva in una cinquantina di Paesi inclusa l’Italia.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.