In piazza per i migranti. Sindaco si segna i nomi: "Li ospiterete voi"

La decisione del sindaco di Inzago: "Nessuno è straniero? Bene, i migranti li ospiterete voi. Venite in Prefettura a firmare un documento"

In piazza per i migranti. Sindaco si segna i nomi: "Li ospiterete voi"

"Nessuno è straniero? Bene: i migranti li ospiterete voi". Non le manda a dire il sindaco di Inzago, Andrea Fumagalli, eletto nelle fila della Lega Nord. Nel piccolo comune che dirige domenica scorsa alcuni citadini avevano organizzato una manifestazione in favore dell'accoglienza dei migranti. Una decina di persone che vorrebbero spingere il primo cittadino ad accettare la ripartizione degli immigrati decisa dalla prefettura.

La mossa del sindaco

Ma Fumagalli non ci sta. E passa al contrattacco. Come riporta La Gazzetta dell'Adda, infatti, il sindaco è pronto - se constretto - ad aprire le porte del suo paese ai richiedenti asilo. Ma a quel punto chiamerà uno ad uno i concittadini che hanno manifestato per consegnare loro l'onere dell'accoglienza. "Hanno espresso la loro opinione - ha detto - ma ora mi asopetto anche che si dimostrino coerenti con quanto sostengono".

La sfida sull'accoglienza dei migranti

"Se e quando dovesse arrivare la richiesta della Prefettura di ospitare migranti - continua il sindaco - come prima cosa convocherò uno ad uno coloro che hanno manifestato. Se non sbaglio qualuno di loro ha anche appartamenti liberi, in ogni caso gli chiederò di mettere a disposizione i propri immobili firmando un documento in preferruta. Hanno la possibilità di dimostrare coerenza e mettere in pratica ciò in cui credono. Se hanno spazi, li ospiteranno loro".

Commenti

Grazie per il tuo commento