Maresciallo scopre l'ex moglie con l'amante: scatta foto compromettenti e li ricatta

La vicenda a Benevento, dove il maresciallo ha sequestrato i due nell'appartamento per scattare foto compromettenti funzionali al ricatto. L'uomo è stato arrestato

Maresciallo scopre l'ex moglie con l'amante: scatta foto compromettenti e li ricatta

Ha sorpreso l'ex moglie in compagnia dell'amante assessore, li ha sequestrati nell’appartamento, li ha fotografati insieme e dunque li ha ricattati per vendetta. La vicenda in quel di Benevento, dove il responsabile della tentata estorsione – un maresciallo dei vigili urbani – è stato arrestato dalle forze dell’ordine.

L'uomo, di 59 anni, è accusato di sequestro di persona, violenza privata, estorsione, lesioni personali e maltrattamenti in famiglia ai danni, a vario titolo, della ex moglie e dell'uomo con cui la donna ha iniziato una nuova relazione.

Sono le accuse che hanno portato agli arresti domiciliari un maresciallo dei vigili urbani di Piedimonte Matese di 59 anni, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Benevento, su richiesta della locale Procura, retta da Aldo Policastro e dal procuratore aggiunto Giovanni Conzo, come scrive Il Messaggero.

Al rifiuto del ricatto, il maresciallo avrebbe inviato le foto a vari destinatari con l'intento di ledere la reputazione del malcapitato e ottenere il versamento di una somma complessiva di 200mila euro. La donna, oltre ad essere costretta a farsi fotografare, sarebbe stata in più occasioni colpita con calci e pugni.

Il maresciallo, agli arresti domiciliari, è in attesa di giudizio.

Commenti