Maxi rissa tra immigrati nel centro di Brescia: i vigili non intervengono

Fermati sette ragazzi stranieri. Ma durante le botte i vigili se la sono data a gambe levate

Maxi rissa tra immigrati nel centro di Brescia: i vigili non intervengono

Pomeriggio di violenza nel centro storico di Brescia. Ieri è scoppiata una maxi rissa nella centralissima piazza Vittoria, mentre cittadini e turisti sorseggiano l'aperitivo nei locali alla moda. Un gruppo ragazzi ha iniziato a picchiarsi senza esclusione di colpi. "Gente impazzita picchiava persone ormai indifese e cadute a terra con arnesi di tutti i tipi, sradicando cestini, rubando bicchieri e posaceneri dai tavoli", si legge su YouReporter che ha pubblicato il video del barbaro pestaggio (guarda qui). Immagini che lasciano senza fiato anche per l'allarmante reazione dei vigili che, impotenti davanti a tanta violenza, lasciano i cittadini a difendersi da soli. Non solo non intervengono, ma se vanno addirittura.

I violenti che partecipano alla maxi rissa sono tutti giovanissimi, ragazzi tra i quindici e i vent’anni. Per alcuni minuti sono stati loro i padroni del cuore del centro città. Liberi di spaventare, liberi di alzare le mani, liberi di trasformare piazza Vittoria in un ring dove non è ammessa esclusione di colpi. Per la rissa saranno, poi, fermate sette persone: quattro ragazzi albanesi, un nordafricano, un lettone e un ucraino, questi ultimi due minorenni. Tra gli albanesi due sono rimasti feriti e trasportati in ospedale per essere medicati. Sotto gli occhi di numerosi passanti i giovani si sono presi a calci e pugni. E, come si vede dal video di YouReporter, i vigili si sono ben guardati dall'intervenire.