Burian soffia sull'Italia: un maxitamponamento ​in autostrada ghiacciata

Le due vittime sono un commerciante 37enne e una pensionata di 71 anni. La Torino-Bardonecchia è stata chiusa

Maxi tamponamento sull’autostrada A32 che ha coinvolto 25 veicoli. L’incidente è avvenuto sulla Torino-Bardonecchia, in Valle di Susa, all’imbocco della galleria di Serre La Voute, tra Exilles e Salbertrand. Trentuno i feriti trasportati nelle strutture ospedaliere di Rivoli e Susa, di questi, i due considerati più gravi sono stati trasferiti in codice rosso al Cto e alle Molinette di Torino, 4 in codice giallo e 25 in codice verde.

2 i morti nel tamponamento

Purtroppo nel tamponamento si sono registrati anche 2 morti. Si tratta di un commerciante di 37 anni, Francesco Armentario, nato a Torino e residente a Caselette, il primo a uscire di strada, e Michelanna Giachino, pensionata di 71 anni nata a Fossano ma residente nel capoluogo piemontese. L’uomo sarebbe morto sul colpo, mentre la donna sarebbe deceduta poco dopo essere giunta al pronto soccorso dell’ospedale di Susa, già in gravissime condizioni. Sembra che stesse raggiungendo i nipoti in montagna.

Secondo una prima ricostruzione a causare il grave tamponamento a catena di questa mattina, sabato 13 febbraio, sarebbe stato il manto stradale ghiacciato. Le due vetture verso le 10 del mattino sono infatti rimaste bloccate poco dopo la curva che porta all’ingresso del viadotto. Forse solo una di queste, quella guidata dal 37enne, ha urtato accidentalmente il guardrail. In pochi minuti, circa una decina, si è andata a creare una lunga fila causata dalla presenza delle auto sulla carreggiata dell’autostrada che ha portato a vari tamponamenti a catena.

L'autostrada è stata chiusa

L’autostrada Torino- Bardonecchia è stata chiusa al traffico verso le 11, nel tratto che va da Susa a Oulx. Tutti i veicoli che viaggiavano in direzione dell’Alta Val di Susa e della Francia sono stati deviati sulla Statale 24 del Monginevro, alle porte di Susa. Previste per il momento code superiori alle due ore per raggiungere Oulx da Susa e riprendere la A32. Intanto il personale della Croce Rossa di Susa si trova impegnato a fornire acqua e cibo alle persone ferme in coda.

Ancora da capire cosa abbia causato il maxi tamponamento, forse il manto stradale ghiacciato a causa delle basse temperature o anche l’alta velocità. A indagare su quanto avvenuto gli uomini della polizia stradale di Susa. Gli agenti e i mezzi di soccorso dell'A32 stanno facendo uscire dall’autostrada le auto che non sono rimaste coinvolte nel tragico incidente. Quando questa operazione si sarà conclusa si darà inizio alla rimozione dei veicoli incidentati. Secondo quanto dichiarato dagli operatori, la circolazione sull’Autofrejus non riprenderà in modo regolare almeno fino a questa sera.

Maltempo su tutta Italia a causa del Burian

In questi giorni l'Italia è colpita da una importante fase di maltempo, sta infatti investendo la nostra Penisola il Burian dalla Siberia, un vento di aria gelida che solitamente porta tempeste di neve e freddo polare. Particolarmente colpite saranno le regioni del Centro e del Sud, ma una coda della perturbazione potrebbe farsi sentire anche sulle regioni del Nord Italia. Temperature particolarmente basse si sono registrate nelle ultime ore in Lombardia e in Piemonte. Sempre in Piemonte, questa volta nel Cuneese, si sono registrati altri incidenti fortunatamente senza gravi conseguenze per gli automobilisti rimasti coinvolti. La scorsa notte la neve ha imbiancato la Lombardia, il Piemonte e l'Emilia Romagna. Qui deboli nevicate nella città di Bologna, più consistenti sugli Appennini. Condizioni non diverse per le Marche. Un leggero nevischio sulla costa, mentre precipitazioni più decise si sono avute nell'entroterra. Per il rischio di gelate molti comuni hanno preferito chiudere le scuole.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.