Le mega indennità delle regioni: baby pensionati da 4mila euro

Le regioni, cronicamente in rosso, riescono a inserire nei loro bilanci anche pensioni da 11mila euro al mese

Le mega indennità delle regioni: baby pensionati da 4mila euro

Il contribuente italiano ha sul groppone una serie infinita di spese. Tra queste anche quella delle pensioni di tutti gli ex parlamentari, degli ex senatori e degli ex consiglieri regionali che - solo per il fatto di aver ricoperto queste cariche - ottengono delle pensioni che, mediamente, spaziano dai 2 ai 4 mila euro al mese.

Non male, certo. Ma c'è anche chi come Oreste Tofani, classe 1946 ed ex sindacalista della Cisnal, riceve ben 11.554 euro al mese.

Ci sono regioni che, come l'Emilia-Romagna, hanno abrogato i vitalizi. Ma proprio i politici emiliani hanno fatto i furbetti, revocando sì i vitalizi, ma solo "per i loro successori". Come dire: anticasta sì, ma con i vitalizi degli altri.

Se dall'Emilia passiamo alla Toscana, vediamo come questa regione riesca sempre a far quadrare il bilancio inserendo ben 4,6 milioni per pagare i suoi ex politici (la cifra per i consiglieri in carica è invece pari a 6,7 milioni). Tra l'altro, come scrive ItaliaOggi, "in base a una disposizione approvata negli ultimi anni è stato deciso di pagare i vitalizi anche dopo la morte ei consiglieri: con la reversibilità l'assegno passa agli eredi".

Degli emolumenti toscani gode anche Luigi Berlinguer, ex ministro ed ex consigliere toscano.

Una situazione davvero paradossale, se si pensa che per i dipendenti pubblici gli stipendi sono bloccati dal 2009.

Chi gode del vitalizio, inoltre, può tranquillamente aggiungerlo, seppur con qualche decurtazione, ad altri introiti.

Commenti