Melegatti, 20 dicembre ultimo giorno di lavoro: ​firmati i licenziamenti

L'ultima speranza è che qualche imprenditore faccia un'offerta per rilevarla, entro il 17 settembre, dt di scadenza del secondo bando

Lo scorso 29 maggio il tribunale di Verona aveva dichiarato il fallimento della Melegatti, storica aziende prodruttrice di pandori e panettoni. Ora i rappresentanti sindacali hanno firmto l'accordo per il licenziamento di tutti i dipendenti.

L'ultimo giorno di lavoro nella ditta Melegatti è previsto per il 20 dicembre, quando scadrà anche la cassa integrazione straordinaria, che copre il personale al momento non operativo. Infatti, ad oggi, lavorano nella ditta veronese solamente 11 dipendenti, per effettuare l'esercizio provvisorio che, iniziato il 21 giugno, durerà fino al 21 dicembre, per un totale di sei mesi, come concesso dal tribunale di Verona. Oltre quella data non si potrà più accedere ad alcun ammortizzatore sociale e la ditta sarà costretta a chiudere, lasciando a casa i suoi dipendenti.

Una lieve speranza, però, è ancora in vita. I rappresentanti sindacali precisano che la situazione cambierebbe se"alla scadenza del secondo bando, ovvero il 17 settembre, si paventassero eventuali acquirenti", che potrebbero decidere il mantenimento delle posizioni lavorative attuali. Per questo motivo, Cgil, Cisl e Uil hanno rinnovato l'appello "ad imprenditori capaci e seriaffinché prendano in considerazione l'acquisto di questa storica azienda dolciaria veronese", dopo che all'asta di luglio non è stata presentata alcuna offerta.

Commenti

Popi46

Sab, 01/09/2018 - 12:08

Mi dispiace,il panettone era proprio buono

stefi84

Sab, 01/09/2018 - 14:09

Non sopravvivono i più forti e nemmeno i più intelligenti, ma quelli che sanno adattarsi (Darwin) e Melegatti non l'ha fatto.

Divoll

Dom, 02/09/2018 - 01:46

Che tristezza. Speriamo che qualcuno rilevi la ditta e i lavoratori non diventino disoccupati.