Il messaggio del Papa: "Migranti vittime di ingiustizia. I mari diventano i loro cimiteri"

Prima della benedizione Urbi et Orbi, Bergoglio legge il messaggio di Natale. Il fulcro del suo discorso? I migranti

Prima di impartire la benedizione Urbi et Orbi, papa Francesco ha rivolto il tradizionale messaggio natalizio ai fedeli presenti in Piazza San Pietro e a quanti lo hanno ascoltato attraverso la radio e la televisione. Bergoglio ha speso diverse parole per i luoghi di guerra, per la "Siria che non vede fine delle ostilità", per il Sud America che sta affrontano una forte crisi e, infine, si è dedicato al tanto discusso tema dell'immigrazione. Ma le parole utilizzate sono state inaspettate.

Nel messaggio caritatevole, papa Francesco spiega che da oggi la parola di Dio è "più luminosa del sole, incarnata in un piccolo figlio di uomo, Gesù, luce del mondo". "Il popolo - continua rivolgendosi a migliaia di fedeli - che camminava nelle tenebre ha visto una grande luce. Sì, ci sono tenebre nei cuori umani, ma più grande è la luce di Cristo. Ci sono tenebre nelle relazioni personali, familiari, sociali, ma più grande è la luce di Cristo".

"Cristo - prosegue nel suo breve messaggio - sia luce per i tanti bambini che patiscono la guerra e i conflitti in Medio Oriente e in vari Paesi del mondo. Sia conforto per l'amato popolo siriano che ancora non vede la fine delle ostilità che hanno lacerato il Paese in questo decennio. Scuota le coscienze degli uomini di buona volontà. Ispiri i governanti e la comunità internazionale a trovare soluzioni che garantiscano la sicurezza e la convivenza pacifica dei popoli della Regione e ponga fine alle loro sofferenze. Sia sostegno per il popolo libanese, perché possa uscire dall'attuale crisi e riscopra la sua vocazione ad essere un messaggio di libertà e di armoniosa coesistenza per tutti".

Dopo il messaggio di pace e speranza, Bergoglio fa un riferimento al "piccolo Bambino di Betlemme", agli "schiavi dell'oggi" (secondo lui i migranti) nel giorno di Natale per dire loro che la Parola di Dio li chiama "ad uscire dalle prigioni". Così cita le vittime della mancanza di pace in Medioriente, America Latina e Africa, i cristiani perseguitati, i sacerdoti rapiti e finisce con i migranti. Proprio questo è il fulcro del suo discorso e le sue parole hanno catalizzato l'attenzione dei più. Sia per i termini utilizzati che per le pause e i toni spesi per la lettura del testo.

Papa Francesco, infatti, oltre a definire i migranti come "i prigionieri di oggi" ha iniziato a racontare che i migranti sono "vittime dell'ingiustizia che li costringe ad attraversare mari trasformati in cimiteri e a subire torture e abusi di ogni tipo in campi di transito" che in realtà sono lager "nella speranza di una vita sicura". E questo "di fronte a muri di indifferenza". Dopo un lungo elenco di ingiustizie che i migranti subirebbero, quindi, Bergoglio punta alla pancia dei fedeli parlando dei morti in mare e dell'indifferenza con la quale gli immigrati verrebbero accolti nei Paesi giudicati sicuri. Perciò, tira in ballo anche l'Italia.

Dopo queste parole pronunciate davanti a migliaia di persone, Bergoglio ha chiuso il suo messaggio invitando tutti alla preghiera e all'acoglienza "per la nostra fragile compagnia, sia vicino alle persone anziane e a quelle sole, ai migranti e agli emarginati. In questo giorno di festa, Gesù doni a tutti la sua tenerezza e rischiari le tenebre di questo mondo".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di giùalnord

giùalnord

Gio, 26/12/2019 - 03:25

Per Bergoglio i mari sono i cimiteri dei clandestini mentre lui è la pietra tombale del cristianesimo.

Iacobellig

Gio, 26/12/2019 - 07:11

Convinto e contento di averti tolto l’8 per mille che per anni ho versato. Spero che alla luce della tua politica anche molti altri seguano questa decisione.

mila

Gio, 26/12/2019 - 07:41

Giusto, quindi le persone anziane e sole potrebbero accogliere in casa qualche migrante nigeriano e non si sentiranno piu' sole.

leopard73

Gio, 26/12/2019 - 08:10

Come mai quando c'era Salvini al governo ministro degli interni con i porti chiusi non c'era barcone in mare me lo volete spiegare!!!!

timoty martin

Gio, 26/12/2019 - 09:40

x Iacobellig: 8/°° già tolto alch'io da 2 anni

VittorioMar

Gio, 26/12/2019 - 09:40

...e molti li INVITANO A PARTIRE ...e...MORIRE !!...la MAGGIORANZA del POPOLO ITALIANO NON HA LE MANI SPORCHE DI SANGUE..anzi vorrebbe EVITARE QUESTE MORTI !!...ma E' QUALCOSA DI POLITICAMENTE CORRETTO con EFFETTI COLLATERALI!!!....CHE MALVAGITA'!

Pippo3

Gio, 26/12/2019 - 09:48

per evitare che i mari diventino i loro cimiteri basta non farli partire

alex_53

Gio, 26/12/2019 - 09:54

La chiesa cattolica ha poco da pontificare, nella storia ne ha ammazzati molti di più anzi li proprio assassinati senza alcun ritegno. Inoltre nessuno li obbliga a mettersi per mare e sfruttare i sacrifici di altri popoli che lottando hanno conquistato la libertà ed il benessere. DEVONO SOLO LAVORARE IN CASA LORO E CERCARE DI AUTODETERMINARSI DA SOLI.....COSA MAI FATTA DA 2000 ANNI E OLTRE....siamo proprio tutti uguali a proposito di razzismo?

kennedy99

Gio, 26/12/2019 - 10:01

no caro papa l'ingiustizia piu grossa è quella che dici tu invitando queste persone a partire facendo credere che in europa ci sia benessere per tutti invece di invitare questa gente a lavorare nel loro paese. l'italia lo sai benissimo comè ridotta economicamente e questo forse poteva funzionare tanti anni fa quando era in atto lo sviluppo economico. oggi queste condizioni non esistono piu in tutta europa. e buttare dei poveri contro altri poveri è come buttare benzina sul fuoco per spegnere un incendio. e questo non lo dico io è la storia che lo dice. e quindi il discorso di essere buoni ho cattivi non c'entrà un bel niente quello che conta è solo di essere delle persone di buon senso.

Ritratto di Gio47

Gio47

Gio, 26/12/2019 - 10:09

qualcuno mi risponda. Bergoglio, che parla tanto di accoglienza, il vaticano che ha case vuote e sfitte sparse per l'ITALIA, quanti immigrati ha accolto? quanti ne assiste? li cosiddetti migranti li deve assistere solo l'Italia e lo stato del vaticano no?, come sempre fà da parassita? toglie ai poveri per comprare case.

giovanni951

Gio, 26/12/2019 - 10:19

l’ingiustizia la fanno tutti coloro che li vanno a prendere perché ne vogliono tanti. Vero zbergpglio? Se stessero in africa non morirebbe nessuno.

Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Gio, 26/12/2019 - 10:23

Bergoglio sei un disco rotto, tornatene nella Pampa assieme ai "migranti"...

Vigar

Gio, 26/12/2019 - 10:43

Ogni occasione è buona per dare spettacolo. E' perfettamente cosciente che grazie a lui la massa dei cattolici si è allontanata dalla chiesa e parla solo per farci dispetto. Non mi stupisce più, né lui, né quella combriccola di ipocriti opportunisti che lo appoggiano e lo sostengono in ogni sua infelice esternazione.

maxxena

Gio, 26/12/2019 - 10:56

gent.mo Iacobellig Gio, 26/12/2019 - 07:11 mi associo a quanto da lei detto; che vendano lo sconfinato patrimonio immobiliare al 90% vuoto (chiaramente non disponibile per i migranti o gli italiani bisognosi). Sono cattolico, ma non riesto più ad ascoltare una messa in quanto si trasformano tutte in comizio politico.Trovo tutto questo mortificante e immorale.

vince50

Gio, 26/12/2019 - 10:58

Capito perchè hanno fatto fuori chi lo ha preceduto?.Uno dei tanti che fa parte della setta pro invasione businnes compreso.

acam

Gio, 26/12/2019 - 11:07

parlare di betgogli se i discorsi hanno un contenuto é cosa inutile ci pensa il giornale ad azzittirci

venco

Gio, 26/12/2019 - 11:13

La colpa dei morti in mare è di chi li ha invitati predicando accoglienza e integrazione, cioe la colpa è del papa e suoi sostenitori, dei sinistri da sempre anarcoidi e dei massoni che puntano alla nostra sottomissione

F.C.G.

Gio, 26/12/2019 - 11:20

Questo pensiero ossessivo monotematico sembra più ispirato da veline sorosiane che dalla lettura delle sacre scritture.

maurizio50

Gio, 26/12/2019 - 11:23

Volete una Chiesa Cristiana dove i Preti pensano alle anime e non alla politica?? Accostatevi alla Chiesa Ortodossa. Riscoprirete il piacere di trovare un Prete non politicante, a differenza dei preti cattolici del Pampero Argentino!!!

Ritratto di adl

adl

Gio, 26/12/2019 - 11:24

La differenza tra un martire siriano ed un migrante è che il martire ha scelto di non scappare, di resistere, forse di combattere, comunque di non pagare gli scafisti. Tacere sui responsabili e sui fiancheggiatori anche occidentali dei martirii, è un torto ai perseguitati. Oggi è Santo Stefano, il primo dei martiri scelse di non scappare.

F.C.G.

Gio, 26/12/2019 - 11:30

Quello vestito in rosso alla sinistra estrema del Papa mi pare sia il cardinale Konrad K., il cosiddetto elemosiniere del Papa, noto per avere riattivato la corrente elettrica a un palazzo occupato dagli abusivi. http://www.ilgiornale.it/news/politica/lelemosiniere-papa-riattiva-luce-agli-abusivi-1693451.html

Calmapiatta

Gio, 26/12/2019 - 11:38

E ci ricerca l'ipocrita Bergoglio. Ci dice perché, il Santo Padre, quei migranti affrontano il mare. Ci chiarisca le cause di questo inarrestabile flusso. Ci spieghi come questi vengono comprati è venduti durante il viaggio. Ci spieghi delle ragazzine minorenni comprate in patria e portate a vivere sulla strada in Italia. Basta sentirsi buoni solo perché si parla, agire. Ma se non c'è interesse, la Chiesa non si muove.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 26/12/2019 - 11:43

Bisogna fare ponti veri, reali (con aerei ad es.) invece di far prosperare i delinquenti che ci marciano dietro il losco traffico di carne umana ammantato di falsità: Santità la chiesa contribuirà, con quanto? E solo per i profughi e i rifugiati. Per i migranti tramite le ambasciate italiane (e non solo) i datori di lavoro che non trovano manodopera in Patria, possono fare richiesta "urbi et orbi". Meno fanfaluche per cortesia, grazie.

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Gio, 26/12/2019 - 11:54

CHE I MARI SIANO LE LORO TOMBE!!

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Gio, 26/12/2019 - 11:54

CHE I MARI SIANO LE LORO TOMBE!!

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Gio, 26/12/2019 - 12:31

I mari non basteranno. Faccio una profezia: entro 50 anni in Italia ci saranno fosse comuni. Gli italiani devono solo scegliere chi vogliono che ci finisca dentro. Loro o i colonizzatori africani.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Gio, 26/12/2019 - 18:25

Papa Bergoglio non faccia sentire gli italiani in colpa di essere poco ospitali. Nessun italiano ha mai chiesto ai clandestini di andare a morire per rifarsi una vita degna di essere vissuta. Personalmente,e credo tutti gli italiani,non vogliamo che la gente si mette su una carretta del mare per andare a morire fra le onde. Preoccupa di più l'invito dei sedicenti accoglienti a volere queste partenze per una vita migliore in uno Stato che non riesce più a far fronte ai bisogni dei cittadini. Abbia la correttezza,dalla carica che lei ricopre ,di non far sentire gli italiani colpevoli di colpe che non hanno,appellandosi al loro cuore. A volte un "NO" educa di più che un "SI" stentato:Bergoglio abbia il coraggio di dire "NO" ad accogliere indiscriminatamente e vedrà che i mari non reclameranno nessun disperato!

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Ven, 27/12/2019 - 09:01

maxxena Gio, 26/12/2019 - 10:56 Condivido il suo pensiero:La chiesa è diventata un covo di politicanti lontano anni luce dal pensiero di Cristo che disse di non mischiarsi con la politica ma di fare gli interessi del Regno di Dio.