Caldo africano fino a 30°. Ma prima l'ondata di maltempo

Dal maltempo al caldo africano: è questa la sintesi di quanto accadrà in Italia tra domani e domenica 25 aprile. Piogge ed acquazzoni intensi al Centro-Sud ma poi scoppia l'estate con caldo anomalo e punte fino a 30 gradi

Caldo africano fino a 30°. Ma prima l'ondata di maltempo

Piogge e maltempo ma poi, improvvisamente, un'ondata di caldo africano sulle regioni meridionali che potranno localmente toccare punte di 30 gradi tra sabato e domenica.

Situazione attuale

La primavera è stagione di eccessi, si sa: fino a qualche giorno fa abbiamo avuto a che fare con condizioni pienamente invernali, la situazione attuale vede un clima più che altro umido e piovoso ma tra qualche giorno si cambierà di nuovo scenario con un primo assaggio d'estate su alcune regioni italiane. Il satellite mostra chiaramente costa sta accadendo: una perturbazione atlantica è entrata sul Mar Mediterraneo iniziando a creare un peggioramento delle condizioni meteo soprattutto sulle regioni tirreniche e le due Isole Maggiori. Nonostante piogge ed acquazzoni intensi abbiano colpito in Nord nelle ultime ore, su queste zone la situazione è destinata a migliorare. Il maltempo, infatti, si concentrerà principalmente al Centro-Sud.

Il maltempo di giovedì

Come dicono gli esperti, nella giornata di domani la perturbazione sarà attiva soprattutto sulle regioni del Sud e sulla Sardegna, aree dove continuerà a piovere in forma diffusa dove non mancheranno locali temporali. Tante nubi e piogge sparse anche al Centro, specialmente sul Lazio, anche se i fenomeni saranno via via meno diffusi e il miglioramento risulterà sempre più evidente in modo particolare su Toscana e Marche. Tempo nettamente migliore al Nord con generosi spazi di sereno a parte residura instabilità al mattino sul Triveneto. Per queste ragioni, le temperature massime saranno in ripresa sulle regioni settentrionali, stazionarie al Centro ed in lieve calo al Sud a causa delle piogge.

Venerdì ancora piogge intense

La giornata di venerdì 23 aprile vedrà un'Italia spaccata in due: clima gradevole e pienamente primaverile al Centro-Nord, tante nubi e piogge insistenti al Sud dove sembrerà di tornare indietro di un paio di mesi. Piogge, acquazzoni, cieli grigi e qualche temporale non risparmieranno praticamente nessuna regione e le temperature massime saranno al di sotto delle medie del periodo. Però, come vedremo, a distanza di 24-48 ore cambierà tutto.

Anticiclone africano: 30 gradi al Sud

Il fine settimana che si concluderà con la giornata della Liberazione (25 aprile) vedrà condizioni meteo migliori anche sulle regioni meridionali dopo giorni di piogge: infatti, un anticiclone africano si spingerà sull'Italia interessando con la sua parte più calda proprio il Sud. Le temperature passeranno da valori inferoriori alle medie ad un surplus termico importante. Durante il weekend si potrebbero raggiungere facilmente valori massimi intorno ai 24-25°C sulle regioni centrali tirreniche, in Sardegna, sul Tavoliere delle Puglie e sulle zone interne della Sicilia ma con locali punte anche superiori, fino a 28-30 gradi, su alcune zone della Sicilia tirrenica a causa dei venti caldi di scirocco di caduta dalle zone montuose e collinari verso le zone pianeggianti, un po' quello che accade al Nord con il foehn.

La fiammata africana durerà poco: dalla settimana prossima sono previsti valori nuovamente in media con il periodo ma con un clima più stabile e soleggiato. Per maggiori dettagli saranno, come sempre, necessari nuovi aggiornamenti.

QUI TUTTE LE PREVISIONI

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
ilGiornale.it Logo Ricarica