Accerchiati e aggrediti: l'assalto choc dei migranti a cinque vigili

Cinque agenti della polizia locale assaliti da centinaia di extracomunitari durante un controllo anti-degrado a Napoli. Si riaccende l'allarme sicurezza, la Lega denuncia: "Situazione fuori controllo"

Accerchiati e aggrediti: l'assalto choc dei migranti a cinque vigili

Un controllo serale anti-degrado ha fatto scattare la rivolta dei migranti. In pochi istanti, cinque agenti della polizia locale di Napoli si sono ritrovati accerchiati da un centinaio di stranieri irregolari spuntati da più direzioni. I vigili in questione stavano eseguendo un puttugliamento contro i mercatini abusivi nei pressi di piazza Garibaldi, vicino alla stazione ferroviaria centrale: una zona ad alto tasso di incuria e di illegalità. All'improvviso, la rabbia per quella presenza sgradita è esplosa ed è partita l'aggressione.

Tutto ha avuto inizio in via Bologna, intorno alle 20.45 di ieri, con un abituale controllo da parte degli agenti dell'unità operativa San Lorenzo. Mentre questi ultimi stavano eseguendo un sequestro nei confronti di una nigeriana che vendeva cibo etnico da asporto senza autorizzazione, è partito l'assalto. Al sopraggiungere dei vigili, infatti, la donna aveva dato in escandescenze e le sue urla avevano attirato l'attenzione degli altri extracomunitari presenti in quella piazza. A un tratto, decine di migranti si sono riversati sul posto, circondando gli uomini della polizia locale. In poco tempo, secondo quanto si apprende, un centinaio di persone aveva accerchiato i vigili.

Ritrovandosi in inferiorità numerica, gli agenti hanno cercato per quanto possibile di placare gli animi, ricevendo però in cambio spintoni, calci e botte. È subito partita via radio la richiesta di rinforzi e sul posto sono accorse altre pattuglie per disperdere la folla. Durante il parapiglia dell'aggressione, la donna identificata come E. J., 30enne di nazionalità nigeriana, si era data alla fuga dileguandosi nei vicoli della zona. Gli agenti l'avvrebbero rintracciata poco dopo nella vicina via Venezia, per poi condurla negli uffici del comando della polizia locale. Su disposizione del magistrato di turno, la giovane è stata denunciata in stato di libertà e rilasciata.

Il grave episodio ha riacceso l'attenzione sul tema del degrado e della sicurezza nel capoluogo campano, suscitando anche reazioni di dura condanna politica. "Si tratta di uno dei tanti episodi che emerge soltanto grazie all'attenzione, alle denunce, e al lavoro che la Lega svolge sul territorio, altrimenti sarebbe passato sotto silenzio. La situazione nella zona della stazione centrale è totalmente fuori controllo, chiediamo che anche gli agenti di polizia municipale siano dotati di taser, per garantire l'incolumità di chi è chiamato a far rispettare la legge", ha tuonato Severino Nappi, consigliere regionale e coordinatore della città metropolitana di Napoli della Lega, postando sui social un video dell'accaduto. A quanto si apprende, i vigili aggrediti dagli extracomunitari sono finiti in ospedale. A ulteriore sfregio, la loro vettura di ordinanza è stata ritrovata imbrattata con il cibo destinato alla vendita fuorilegge.

Commenti