Migranti, l'ong Mediterranea adesso denuncia il governo

Esposto alla procura di Agrigento: il governo ha emanato ordini illegali. E l'ong lancia la sfida: "Torneremo in mare senza paura"

Migranti, l'ong Mediterranea adesso denuncia il governo

Mediterranea Saving Humans lancia una sfida frontale al governo italiano: per mare, che la prossima settimana sarà solcato nuovamente dalla nave Mar Jonio, e per terra, dove un esposto è stato presentato alla procura di Agrigento per "gravissime violazioni di leggi nazionali e convenzioni internazionali nel caso del blocco navale operato contro la Alan Kurdi", che oggi ha dovuto lasciare Lampedusa alla volta di Malta. L'esposto, che allega corposa documentazione, è stato firmato questa mattina da Cecilia Strada, Filippo Miraglia (Arci), Francesca Chiavacci (Presidente nazionale Arci ), Sandro Mezzadra (docente università Bologna).

Entrambe le mosse, hanno spiegato nel corso dell"Assemblea degli equipaggi che si tiene a Roma Luca Casarini, ultimo capo missione della Mar Jonio, e Alessandro Metz, armatore, partono dal presupposto che "la Libia non è un porto sicuro". La nave è adesso a Marsala, dopo il dissequestro del quale si è avuto notizia a fine marzo scorso. In questi giorni, spiegano dalla ong, è in corso il cambio degli equipaggi.

A bordo non vi saranno Pietro Marrone, il pescatore-comandante nell'ultima missione, né lo stesso Casarini, poiché, spiega quest'ultimo, "da protocollo ogni missione deve avere un capo missione diverso dagli altri". Vi eravate preparati da tempo a procedere al cambio dei comandanti? "Da ottobre scorso, quando abbiamo messo in piedi l'operazione - ha risposto Casarini - abbiamo una lista di 140 persone, che, a vario titolo, hanno confermato la disponibilità a partecipare alle missioni. Questo è un indizio del disagio nella marineria civile per l'ordine di non salvare le persone in mare partito dal governo. Questo disagio - ha proseguito - è presente anche nella marineria militare, che in questi anni ha salvato 600.000 persone: la nostra Guardia Costiera è fatta, dunque e secondo le parole di Salvini, di trafficanti?. Il calendario della Guardia Costiera del 2019 non ha immagini di salvataggi, sapete? E oggi quel tratto di Mar Mediterraneo non è controllato da nessuno: è diventato pericoloso per tutti, anche per i nostri pescatori".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento