Una grigliata di Natale, poi il focolaio in Comune: contagiato il sindaco

L’incontro, come raccontato da alcuni operatori dell’ente locale, si è tenuto il 22 dicembre scorso a ora di pranzo in un locale cittadino di proprietà comunale

Il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli
Il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli

Rischia di diventare un caso il mini focolaio esploso a Fabriano, in provincia di Ancona, tra gli operatori comunali. Diversi i dipendenti positivi al Covid-19 e, dal 26 dicembre scorso, tra i contagiati c’è anche il sindaco Gabriele Santarelli. In città, come riporta il quotidiano Il Resto del Carlino, si vocifera che a causare il picco di positività al Comune sia stata una grigliata prenatalizia a cui avrebbero partecipato più di venti persone, primo cittadino compreso. È evidente che ciò non può essere provato con certezza, ma il tam tam a Fabriano sulla festa è montato con il trascorrere dei giorni sui social network, in particolare da quando altri sette dipendenti comunali, alcuni dei quali presenti la sera della grigliata, sono risultati positivi al Coronavirus.

L’incontro, come raccontato da alcuni operatori dell’ente locale, si è tenuto il 22 dicembre scorso a ora di pranzo in un locale cittadino di proprietà comunale. L’obiettivo era scambiarsi gli auguri di Natale come ogni anno, ma i testimoni assicurano che il numero di partecipanti era considerevole. Tra i presenti anche il sindaco Santarelli, il quale pochi giorni dopo ha annunciato sul suo profilo Facebook di essere risultato positivo al Covid-19. Successivamente, altri dipendenti che hanno effettuato il tampone hanno scoperto di essere stati contagiati. Ora i residenti attendono risposte. Il primo cittadino sull’argomento non si è ancora pronunciato e non risultano provvedimenti disciplinari interni.

Santarelli è isolato a casa dal giorno di Natale.“Il 25 mattina – aveva scritto sui social – mi sono accorto di non sentire il sapore del dentifricio. Mi hanno subito fatto il tampone veloce e poi il molecolare. Positivi entrambi. Il risultato del molecolare è arrivato oggi, 26 dicembre”. Il sindaco aveva sottolineato di aver usato prudenza. “Non mi do pace – aveva spiegato – perché sono sempre stato super attento e non capisco dove e come possa essere venuto a contatto con un positivo. A parte non sentire i sapori e alla stanchezza con forte mal di testa, per il resto non avverto molto altro. Respiro bene e ringrazio il cielo per questo. Evidentemente il 2020 non poteva che chiudersi così, il destino ama fare questi scherzi”.