Modena, si getta da cavalcavia per evitare agenti: pusher in ospedale

Sorpreso mentre stava cercando di nascondere delle dosi di cocaina, il nigeriano non ha esitato a lanciarsi dal cavalcavia ed a fare un volo di circa 4 metri per seminare gli agenti che lo inseguivano. Con un trauma cranico ed una frattura al braccio, lo straniero è ricoverato in ospedale

Modena, si getta da cavalcavia per evitare agenti: pusher in ospedale

Colto sul fatto mentre stava cercando di occultare della droga e deciso ad evitare i controlli nei suoi confronti, un cittadino straniero di nazionalità nigeriana è addirittura arrivato a gettarsi da un cavalcavia nel disperato tentativo di seminare gli agenti della squadra volanti della questura di Modena. Tratto in salvo dai poliziotti, lo spacciatore è finito in ospedale a causa di alcune lesioni ed una frattura riportate in seguito alla caduta. Per lui, una semplice denuncia.

I fatti, stando ai quotidiani locali, si sono verificati durante la serata dello scorso giovedì 16 aprile, intorno alle ore 21:40. Gli agenti si trovavano impegnati un'operazione di pattugliamento del territorio, quando hanno notato un giovane di colore che, con fare decisamente sospetto, stava trafficando intorno ad una siepe all'incrocio fra via Begarelli e via Poletti. Decisi ad effettuare un controllo, gli uomini del reparto volanti hanno deciso di fermarsi per interrogare lo straniero, sorpreso mentre stava cercando di nascondere all'interno di un cespuglio un piccolo involucro che aveva con sé.

Bloccato dagli agenti e sottoposto ad immediata perquisizione, il nigeriano è risultato essere in possesso di ben 14 dosi preconfezionate di cocaina e due telefoni cellulari: il tutto è stato naturalmente sequestrato. Inizialmente tranquillo e collaborativo, l'africano ha cominciato ad innervosirsi durante le procedure di identificazione. Mentre i poliziotti verificavano i suoi documenti, ha infatti approfittato di un momento di distrazione per scappare, correndo verso via Ciro Menotti.

Immediata la reazione degli agenti, che si sono lanciati all'inseguimento dello spacciatore, uno a piedi e l'altro a bordo della volante di servizio. Ad accorrere in aiuto degli uomini della questura anche una guardia giurata della vigilanza privata “La Patria”, che stava transitando nel viale ed ha subito compreso la situazione.

Superata una rotatoria ed arrivato alla cima del cavalcavia, il nigeriano ha allora deciso di scavalcare il parapetto e di lanciarsi dal ponte per seminare i suoi inseguitori. Un volo di circa 4 metri, al termine del quale l'extracomunitario, rovinosamente caduto su una massicciata, è riuscito a rimettersi in piedi ed a riprendere la fuga. Con gli uomini in divisa ancora alle calcagna, l'africano ha allora cercato di introdursi all'interno di un'abitazione privata, nei pressi della quale è stato finalmente catturato. Affidato ai sanitari del 118, accorsi sul posto dopo la richiesta di intervento dei poliziotti, lo spacciatore ha raggiunto il pronto soccorso dell'ospedale di Baggiovara (Modena), dove si trova attualmente ricoverato. In seguito alla violenta caduta, ha infatti riportato un leggero trauma cranico e la frattura del radio. Risultato essere un 30enne nigeriano senza fissa dimora ma in possesso di regolare permesso di soggiorno, lo straniero è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Commenti

Grazie per il tuo commento