Morto Carlo De Gaudio, capo delegazione azzurra ai mondiali del 1982

Il dirigente sportivo si è spento a 87 anni a Ischia, dove si trovava in vacanza

È morto a Ischia Carlo De Gaudio, storico dirigente sportivo: era stato anche il capo delegazione degli azzurri al Mondiale vinto in Spagna nel 1982 e contraddistinto dal lunghissimo silenzio stampa.

Carlo De Gaudio, ex dirigente della Federcalcio e al fianco di Enzo Bearzot nella spedizione vincente della nazionale ai Mondiali in Spagna del 1982, è morto stamani sull’isola d’Ischia, dove stava trascorrendo un periodo di vacanza in una sua casa nei pressi della spiaggia dei pescatori. De Gaudio aveva 87 anni e soffriva di cuore: sei mesi fa era stato colpito da un infarto mentre era in vacanza in Croazia ed era stato operato in una clinica di Trieste. Stamani, intorno alle 5 ha accusato un malore, probabilmente un attacco di edema polmonare.

È stato chiesto l’intervento del 118 che l’ha portato all’ospedale Rizzoli dove è deceduto un paio d’ore dopo. De Gaudio aveva trascorso la giornata di ieri sulla spiaggia di San Francesco (Forio) con amici e parenti e, in serata, era tornato a casa, a Ischia Porto. La salma, ora esposta nell’obitorio del nosocomio lacchese, partirà domani per Napoli dove sarà celebrato il funerale nella chiesa di san Gennaro, in via Bernini.