Galera per aver sparato ai ladri: Ermes Mattielli muore dopo la condanna

Si è spento oggi Ermes Mattielli, il 62enne condannato a versare 135mila euro per il tentato omicidio di due ladri rom. Salvini: "Una vittima dello Stato, uno Stato amico dei delinquenti"

Galera per aver sparato ai ladri: Ermes Mattielli muore dopo la condanna

Ermes Mattielli non ce l'ha fatta. Il 62enne, recentemente condannato a 5 anni e 4 mesi di reclusione e al risarcimento di 135mila euro per il tentato omicidio di due rom, è morto oggi all'ospedale Alto Vicentino, dopo esser stato colpito da un attacco cardiaco. Lo riporta Il giornale di Vicenza.

Ieri Ermes non si era sentito bene. Era corso in ospedale e le sue condizioni non destavano particolare preoccupazione. Oggi, però, la sua salute ha cominciato a peggiorare, portandolo alla morte. Non si sa se l'attacco cardiaco sia dovuto all'eccessiva sovraesposizione mediatica o alla condanna a 5 anni e 4 mesi di galera. Certo è che Ermes, come testimoniano i tanti gruppi Facebook nati in suo onore, era diventato il simbolo della "difesa che deve essere sempre legittima".

Matteo Salvini ha commentato così la dipartita del 62enne: "È morto di infarto Ermes Mattielli, il commerciante Veneto rapinato e poi condannato a 5 anni di galera, per aver ferito i ladri. Lo avevo incontrato pochi giorni fa, la Lega lo stava aiutando. Ermes è una vittima dello Stato, uno Stato amico dei delinquenti. Una preghiera e tanta rabbia: Ermes uno di noi".

Commenti