Movida fuori controllo: giovani svenuti in strada, armi e stupefacenti nelle macchine

Una movida turbolenta quella che ha caratterizzato il sabato sera a Messina, le forze dell'ordine hanno denunciato diverse persone e hanno anche prestato soccorso a due giovani trovati in strada privi di sensi a causa dell'abuso di alcol

Movida fuori controllo: giovani svenuti in strada, armi e stupefacenti nelle macchine

È stato un week end turbolento per la movida messinese che, in barba ad ogni regola dettata dalle leggi e dal buon senso, ha dato parecchio lavoro alle forze dell’ordine del territorio. Due ragazzi trovati svenuti in strada a causa dell’alcol, diverse le persone sanzionate e denunciate per le violazioni al codice della strada. Andiamo con ordine per capire cos’è accaduto durante la notte scorsa.Come accade ogni fine settimana, i carabinieri delle compagnie Messina centro e Messina sud, coadiuvati dai colleghi del nucleo radiomobile, hanno eseguito un servizio di controllo del territorio straordinario per prevenire il verificarsi di un certo tipo di reati che hanno maggiore possibilità di essere compiuti nel fine settimana. La presenza dei militari dell’Arma si è dunque concentrata in quelle zone caratterizzate dalla numerosa presenza di locali notturni frequentati dai giovani che prendono parte alla movida.

Grazie alla loro presenza è stato possibile poter dare soccorso a due ragazzi trovati svenuti a causa dell’abuso di alcol. Si tratta di un giovane di 25 anni e di una sua amica di 29 anni. I due, sono stati ritrovati dai carabinieri in un parcheggio posto alle adiacenze di una discoteca. Lui era sul cofano della propria auto completamente in stato di incoscienza e lei era su di un sedile della stessa macchina, nelle stesse condizioni. I militari, hanno quindi chiamato e scortato i mezzi del 118, accompagnando i ragazzi in ospedale. Lì, i due hanno ricevuto i soccorsi da parte del personale sanitario e sono stati tenuti sotto osservazione.

Nel frattempo le altre pattuglie in servizio nel centro città, hanno dovuto fare i conti con diversi trasgressori. Tredici le denunce e ventiquattro le contravvenzioni nell’ambito dei controlli eseguiti nei confronti di alcuni soggetti. Quattro le persone denunciate perché sorprese nella recidiva di guida senza patente. Tra loro anche due minorenni: un 16enne e un 17enne. Un 40enne e un 53enne sono stati deferiti perché trovati alla guida in stato di ebbrezza alcolica.

Ma non solo, altri tre giovani, sono stati fermati alla guida della loro macchina in evidente stato psicofisico alterato a causa dell’assunzione di sostanze stupefacenti. Nessuno di loro ha voluto però recarsi nella struttura sanitaria assieme ai militari per sottoporsi agli accertamenti richiesti. Nei loro confronti è scattata una denuncia alla locale procura. Tra le persone che si sono fermate all’alt imposto dai carabinieri ci sono state anche quelle “munite” di armi in macchina: denunciati per porto ingiustificato di coltelli di genere vietato ed oggetti atti ad offendere.

Inoltre, 12 persone, di età compresa tra 19 e 41 anni, sono state segnalate alla prefettura in quanto assuntori di stupefacente. Sono infatti stati trovati in possesso di modiche quantità di marijuana tra hashish e cocaina, detenute per uso personale. Nell’ambito degli interventi eseguiti dai carabinieri, sono stati sequestrati diversi veicoli e ritirate 6 patenti di guida, in vista della successiva sospensione. Numerose le rimozioni delle macchine trovate in sosta vietata.

Commenti

Grazie per il tuo commento