Sardine "pensionate". È la fine di un bluff

Da Sardine a baby pensionati. Il passo è stato brevissimo. A sei mesi dalla fondazione, il movimento creato da Mattia Santori decide di tirare i remi in barca. Troppo faticoso, troppo stressante. Noi, in realtà, ce lo aspettavamo

Da Sardine a baby pensionati. Il passo è stato brevissimo. A sei mesi dalla fondazione, il movimento creato da Mattia Santori decide di tirare i remi in barca. Troppo faticoso, troppo stressante. Noi, in realtà, ce lo aspettavamo: era facile da prevedere. D'altronde la ragione sociale e politica dei pesciolini rossi era chiarissima, un contratto a progetto, un cocopro: impedire alla Lega di espugnare l'Emilia Romagna. Con la vittoria di Stefano Bonaccini, e con un Carroccio non più in ascesa, Santori e soci non sanno più cosa dire, hanno terminato gli argomenti a disposizione. Alla faccia di tutti quegli opinionisti che avevano sprecato fiumi di inchiostro, e di saliva, per benedire la rivoluzione dal basso che avrebbe terremotato la politica italiana. Il vento giovane che avrebbe rinfrescato la politica di buonismo e politicamente corretto. Invece no, niente di tutto questo, a sinistra nulla si muove, le Sardine non sono il sol dell'avvenire sbucato nella rossa pianura emiliana per far luce tra le tenebre del populismo, erano semplicemente un comitato elettorale del Pd.

Missione compiuta, sardine morte. L'orazione funebre la affida lo stesso fondatore a un colloquio con Repubblica: «Mattia Santori è stanco. Stanco di polemiche e litigi», scrive, accorata, la cronista. E lui rincara: «Sette mesi fa ridevo, ora no». Essì, caro Mattia, effettivamente l'Inps dovrebbe inserire tra i lavori usuranti anche «essere una sardina». Deve essere estenuante fare l'antifascista di professione (in assenza di fascismo) e fare l'opposizione all'opposizione (caso unico al mondo) andando in giro per tutta Italia a dare del cretino a Salvini.

Infatti il riccioluto studente bolognese è provato e vuole una pausa di riflessione: è il momento della crisi. «Il manifesto valoriale è pronto, giovedì lo presentiamo - spiega Santori - Ma abbiamo capito che un manifesto politico oggi porterebbe a nuovi litigi, a tante incomprensioni e a una marea di chiacchiere sterili. Stessa cosa per la struttura. È necessario organizzarci, ma la struttura a cui abbiamo lavorato è oggettivamente precoce per un gruppo di persone che manco si fidano tra loro». Ma come? Che fine ha fatto il movimento di popolo? Dove sono finiti tutti quelli che volevano spazzare via i sovranisti a colpi di sorrisoni buonisti e «manifesti valoriali», quelli che, sentendosi novelli partigiani, volevano impedire agli italiani di sentire le parole dei populisti? Non sono nemmeno entrati in Parlamento e hanno già acquisito tutti i vizi della classe politica: litigano, s'incartano, cercano di farsi le scarpe l'un l'altro.

«Mi sento responsabile di diverse centinaia di persone che aspettano un mio segnale per procedere o retrocedere - scrive Santori su Facebook - Questa responsabilità mi pesa, come mi pesano i dissidi interni, le litigate per i post e le paranoie complottiste. Più rincorriamo i like più caschiamo nella trappola del narcisismo. Nelle petizioni, nei post eterni e nelle prese di posizione io spesso colgo solo tanta frustrazione e saccenza». Il banco delle Sardine è saltato, il collettivismo da assemblea studentesca di liceo occupato si è trasformato in una lotta individualista da prime donne in cerca di uno spazio in tv. E Santori ha paura di finire sommerso dalle «chiacchiere sterili», le stesse con le quali ci ha inondato per mesi da tutte le piazze e da tutti i giornali. In realtà è stato il burattino della solita sinistra italiana, che si emoziona sguaiatamente non appena nasce un nuovo soggetto politico sessantottesco, e poi lo molla appena non gli serve più. Così, fino alle prossime elezioni, le sardine possono tornare sott'olio. Anzi, sott'odio.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

il_Caravaggio63

Mer, 27/05/2020 - 17:23

non è che ci voleva un genio a capirlo, che erano una massa di cialtroni al soldo della sinistra, come il popolo viola, i i girotontini ( scritto volutamente così)qualcuni di questi nel frattempo si è sistemato in regione e comuni, altri continuerano a lavorare x amici degli amici di sinistra, e anche le sardine sono sparite lasciando i loro seguaci come dei boccaloni ( pesce che abbocca a qualsiasi cosa), proprio vero che finchè ci saranno fessi i furbi si sitemeranno alla faccia loro, ma tantè se lo sono meritato.

sparviero51

Mer, 27/05/2020 - 19:09

E ORA UNA BELLA RICHIESTA DI REDDITO DI CITTADINANZA . SE LO È MERITATO !!!

robbyrus

Mer, 27/05/2020 - 19:29

Se non fosse stato per la grancassa di pseudo-giornali quali la repubblica (delle banane) non si sarebbero filati neanche fra di loro. Personalmente, reputo l'omuncolo della foto la persona più saccente, inutile e presuntuosa che abbia mai visto in tutta la mia vita.

Ritratto di venividi

venividi

Mer, 27/05/2020 - 19:33

Domandina: i soldi che hanno raccolto, se li dividono fra loro da buoni amici?

s_t_e

Gio, 28/05/2020 - 10:05

"Sono un po' stanchino, credo che tornerò a casa ora" (Forrest Gump, dopo aver corso per tutti gli Stati Uniti)

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Gio, 28/05/2020 - 10:17

Tornano nella loro scatoletta, in attesa che arrivino i cinque stelle, gli "apritori" di scatolette per eccellenza.

aronov

Gio, 28/05/2020 - 10:41

Il fascismo, forse, non esiste, ma i fascisti si, purtroppo. E quindi ben vengano gli antifascisti. E ben vengano quattro ragazzotti che si impegnano per una politica meno volgare e meno becera, a differenza di tanti loro coetanei che non leggono nemmeno un libro e guardano voracemente trasmissioni Tv come Il grande fratello ......

Cheyenne

Gio, 28/05/2020 - 10:55

DEGNI RAPPRESENTANTI DELLA SINISTRA PIU' BEOTA

acam

Gio, 28/05/2020 - 11:13

basta il titolo visto che dopo l'esperinza virus fase 2 non sono riusciti a combinare un ca...villo che li rimettesse in pista pensionano le sardine per non fare pericolosi assembramenti di persone non affini...

Ritratto di gianky53

gianky53

Gio, 28/05/2020 - 12:17

Povero cocco, sai che dolore.

enzotau

Gio, 28/05/2020 - 13:30

Vorrei tanto conoscere il pensiero dei vari Fazio, Gruber, Annunziata e quei giornalisti leccapiedi che tanto li osannavano. Buoni a nulla.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Gio, 28/05/2020 - 13:36

@ aronov -- Sono perfettamente d'accordo: i fascisti esistono ancora. Però stanno a sinistra ed si dichiarano partigiani, buonisti e antifascisti!

Mordechai

Gio, 28/05/2020 - 14:02

Un "bluff"? Si un "bluff" che ha fatto traballare la destra e imbestialire la sua stampa serva, che ha sprecato fiumi di inchiostro per provare a denigrare questi ragazzi. Senza riuscirci. Coraggiosi e puliti. Avercene di "bluff" così.

lorenzovan

Gio, 28/05/2020 - 14:09

un bluff che basto' a far perdere la gorgonzoni...lolololol

aronov

Gio, 28/05/2020 - 15:40

@Straiè2015 -- (Al di là della Sua personale affermazione) quindi, ben vengano gli antifascisti.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Gio, 28/05/2020 - 16:29

@aronov -- Sicuramente! Oggi i veri antifascisti sono i (pochi) liberali che credono nella vera democrazia e che, non lasciandosi intruppare, ragionano con la propria testa al di là degli slogan e delle mode. Quindi le Sardine ne sono escluse per definizione.

Destra Delusa

Gio, 28/05/2020 - 17:13

Non si faccia illusioni. Si tratta di una mossa strategica chiarissima. Le sardine sono un movimento che fino ad ora è vissuto sulla piazza e il coronas ora non ne permette l'uso. I ragazzi non sono affatto stupidi, occorre un cambiamento di passo. Stanno riorganizzando le legioni nei quartieri di inverno e quando i nuovi barbari si presenteranno alle "Aquae Sextiae" i nuovi centurioni li sgomineranno definitivamente. I Cimbri (salviniani) e i Teutoni (meloniani) non passarono e non passeranno.

Ritratto di Bob184

Bob184

Ven, 29/05/2020 - 11:40

Al poker si dice bluff quando uno vuol far credere a/agli avversario/i di avere qualcosa in mano e capace di vincere la mano. Ma quando è palese che uno butta tutto sul tavolo solo per disperazione, allora non è più bluff ma sconfitta annunciata. Non discutiam di lor ….

Giorgio Colomba

Ven, 29/05/2020 - 12:20

"Manifesto politico, valoriale; paranoie complottiste; trappola del narcisismo...". Concetti alti. Sai che lusinga per la pattumiera della cronaca.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 29/05/2020 - 12:31

Tirano i remi in barca perchè hannolavorato troppo? Difficile capire se sono soggetti più inutili o più dannosi.

ilbelga

Ven, 29/05/2020 - 14:49

sono disperato, mi vien da piangere (dalla gioia)...

LUCATRAMIL

Ven, 29/05/2020 - 16:55

dalla pianura emiliana nel 1918-19 venne la violenza social comunista a cui fece seguito nel 1920 la violenza fascista, sempre nata nelle pianure emiliane, anche grazie a ta Pietro Nenni, insieme a Mussolini. Per cui quando questi movimenti arrivano da quelle lande (apparentemente abitate da gente paciosa ed ospitale) c'è da preoccuparsi comunque, perchè passano da un estremo all'altro. E intanto costoro, sfortunatamente, sono riusciti a impedire che anche l'Emilia passasse al Centro destra. Mai irridere gli avversari, lasciamolo fare a loro.

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Ven, 29/05/2020 - 17:52

Io dico che un'assessorato alla cultura o alle attività giovanili, con 5 anni di laute prebende ed indennizzi, in una delle prossime regioni al voto, non sarà negato, in caso di ultimo impegno personale ...

ilrompiballe

Ven, 29/05/2020 - 19:09

lorenzovan : lo dica qui, tra noi, non a Bonaccini, che ha meritatamente vinto per il suo spessore di uomo Politico (P volutamente maiuscola),non per i pescetti. E lo dico da non simpatizzante di sx.

Papilla47

Sab, 30/05/2020 - 12:03

Il boss di una organizzazione oceanica non lo hanno neanche messo in una delle tante task force del governo. Sarà per un'altra volta non ti scoraggiare i nostri politici di solito fanno queste gaffe. Pensa prima o poi potresti diventare capo del governo o di gabinetto.

Nick2

Sab, 30/05/2020 - 16:14

Quando c'è da insultare o deridere le "sardine" siete sempre i primi. Lo stesso succede quando c'è da difendere o esaltare Casa Pound ed altri gruppuscoli neofascisti e neonazisti. Siete sicuri di essere schierati dalla parte giusta?

ciaciaron

Dom, 31/05/2020 - 11:27

L'articolista Francesco Maria Del Vigo Serbelloni Mazzanti Viendalmare è notoriamente un menagramo. Non ne azzecca una. Vuoi vedere che questo necrologio rilancia le sardine per le prossime regionali in Liguria, Marche, Puglia, Campania, Toscana e Veneto - sul modello Emilia Romagna?

Ritratto di combirio

combirio

Dom, 31/05/2020 - 12:41

15 giorni di TSO magari gli avrebbero fatto bene, forse per scherzo qualche rotella si sarebbe sbloccata. Nel frattempo tutta la pletora dedita a far danni continua come non mai a far danni in tutte le istituzioni contro l' Italia e gli italiani. Di questo passo ci stanno riuscendo benissimo! La povertà è quintuplicata e potremmo essere il migliore di tutti gli altri in tutti i campi, invece di questo passo siamo solo all'inizio del disastro. Ricordiamo che è il potere non la verità che crea le leggi ed è da tempo ormai che non siamo più una democrazia ........ Auguri.

Melquiade

Dom, 31/05/2020 - 15:07

Semplicemente, i pupari che tiravano i fili di "cerchietto", per il momento, non hanno più bisogno di lui e delle volonterose "braccia rubate all'after-hour". Forse li riutilizzeranno, o ne creeranno una nuova versione, quando serviranno degli utili idioti per rincoglionire degli elettori altrettanto idioti; per "comunicare" con dei minusdotati intellettivi conviene ricorrere a dei consimili poiché, condividendo la "madrelingua", possono convincerli parlando del nulla. Ma io sono certo, rivedremo "cerchietto" nei ranghi di questa sinistra parolaia e vacua; tanto, in quello schieramento, fuori dalla realtà del Paese, c'è sempre chi si eccita in presenza di inetti di bella presenza o di pensatori alla "Casarini".

Ora

Gio, 04/06/2020 - 10:25

X Francesco Maria Del Vigo: Evidentemente non ha ancora digerito il boccone amaro della debacle in Emilia Romagna.

musampakiki

Gio, 04/06/2020 - 12:25

le sardine non erano un partito, avevano un obbiettivo, l'hanno raggiunto, si sono fermate. se ce ne sarà necessità riprenderanno. attenzione a sottovalutarle e a farne scherno, hanno dimostrato di poter fermare, con poco, chi ha tanto.