Cronache

Muore Sanson, re dei gelati e mecenate sportivo

È scomparso ieri a Verona l'imprenditore che ha legato il suo nome alla celebre azienda di gelati e ai successi sportivi in moltissime discipline

Muore Sanson, re dei gelati e mecenate sportivo

Ieri sera a Verona è morto a 86 anni Teofilo Sanson, fondatore dell'omonima azienda di gelati: già da tempo non appariva più in pubblico, ma la sua scomparsa segna comunque un lutto per la città e per tutta la regione Veneto. Il presidente della regione Veneto Luca Zaia ha tenuto ad esprimere il proprio cordoglio: "Con Teofilo Sanson il Veneto perde uno dei più grandi protagonisti di un'epopea imprenditoriale che ha fatto grande l'economia regionale. Lo conoscevo bene e l'ho stimato come uomo che ha sempre vissuto vicino al suo popolo, come imprenditore e come appassionato sportivo. È una grande e perdita, anche sotto il profilo umano. Alla famiglia rivolgo le mie più sincere condoglianze. Sanson - prosegue Zaia - è un grande esempio di self made man, che con l'inventiva, il coraggio, lo spirito di sacrificio arrivò a realizzare la più grande industria gelatiera d'Italia, diventando anche appassionato e munifico mecenate di uno sport tanto amato dai veneti come il ciclismo. Credo che il suo esempio - continua Zaia - entri a pieno titolo nella storia dell'imprenditoria veneta"

Lutto anche nel mondo dello sport, che ricorda l'imprenditore di Conegliano Veneto come un grande sportivo e un appassionato tifoso di calcio e di ciclismo. Francesco Moser, grande ciclista degli anni '70 e '80 con la maglia proprio della Sanson, ha ricordato così il fondatore: "Ci sarebbero tanti aneddoti per ricordare Teofilo Sanson. Ha dato tanto allo sport, perché non investiva solo nel ciclismo, ma anche nel calcio e nel rugby. Con lui ho vinto tantissimo ma ricordo che, solo la conquista della mia terza 'Roubaix', avvenne con la maglia della Sanson: le altre due con quella di campione del mondo e di campione italiano.

" L'Udinese, di cui Sanson era stato presidente tra il 1976 e il 1981, scenderà in campo a Bologna con il lutto al braccio. I funerali di Sanson, che lascia la moglie e tre figlie, saranno celebrati lunedì 3 gennaio alle ore 11 nella Basilica di San Zeno a Verona.

Commenti