La Murgia contro Salvini: "È disumano e codardo"

La scrittrice si scaglia contro il ministro e difende la Littizzetto: "Lei madre affidataria, lui crudele senza giustificazione"

La Murgia contro Salvini: "È disumano e codardo"

Michela Murgia torna all'attacco: nel suo mirino c'è ancora Matteo Salvini. Questa volta la scrittrice non le manda a dire al leader leghista sulla vicenda della Open Arms: "Quello che sta facendo Salvini alle persone sulla Open Arms è una crudeltà senza giustificazione. Littizzetto ha avuto il coraggio di dirglielo e lui, forte solo con i deboli, il coraggio non lo sopporta. Stima e solidarietà a Luciana Littizzetto per la violenza squadrista".

"Disumano e codardo"

I due erano già stati protagonisti di un botta e risposta alcuni mesi fa. Ora il ministro dell'Interno è stato definito dalla critica letteraria come "disumano e codardo. Lo schifo al potere".

La posizione della scrittrice è identica a quella di Luciana Littizzetto, che recentemente aveva criticato le scelte del vicepremier relativamente alla gestione del caso dell'Ong in questione. E in suo soccorso è arrivata proprio la Murgia: "Madre affidataria, benefattrice di case famiglia, famiglia lei stessa per donne in difficoltà con figli a carico, può dare lezioni di accoglienza a chiunque".

Dalle parole della comica ha preso le distanze Giorgia Meloni: "Luciana Littizzetto: "fateli scendere. Siamo tutti Open Arms". Ma "tutti" chi? Gli italiani chiedono la difesa dei nostri confini e STOP immigrazione clandestina. Continuano gli imbarazzanti appelli dei radical chic italiani: ma è il sole delle spiagge di Capalbio che fa questo effetto?".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento