Napoli, africano attacca hotel. "Sono inviato da Allah"

È entrato in un hotel e ha aggredito il personale dell'albergo e la polizia intervenuta per fermarlo

Napoli, africano attacca hotel. "Sono inviato da Allah"

Un africano ha impugnanto il manico di un ombrello e si è scagliato contro il personale di un albergo di Napoli.

L'uomo, un'extracomunitario, intorno alle prime ore del mattino, è entrato nella reception di un hotel in piazza Guglielmo Pepe. Prima ha aggredito il portiere, lasciandolo privo di sensi. Poi si è diretto ai piani i della palazzina dove si trovano le stanze. Al grido di "Sono inviato da Allah", l'aggressore ha colpito l'albergatore e ha distrutto i mobili.

Gli impiegati della struttura hanno chiamato il 113. Gli agenti dell'Ufficio Prevenzione Generale della Questura coadiuvati da una volante del Commissariato Vicaria sono entrati in azione, e hanno provato a instaurare un dialogo con lo straniero. La risposta dell'uomo è stata violenta. Infatti ha subito aggredito le forze dell'ordine brandendo il manico di un ombrello.

L'extracomunitario ha precedenti penali per rapina , furto,

violenza sessuale e resistenza e lesioni a pubblici ufficiali, è stato arrestato e condotto nel carcere di Poggioreale. È stata fatta anche una perizia psichiatrica che non ha rilevato alcuna patolgia clinica.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
ilGiornale.it Logo Ricarica