Napoli, esplode la stufa in casa: bambina gravemente ustionata

Le cause della deflagrazione sono ancora in fase di accertamento, probabile che il termo-camino fosse difettoso

Una bambina di 12 anni di Palma Campania, nel Napoletano, ha rischiato di morire in seguito all’esplosione di una stufa all’interno della sua abitazione. Sfiorata la tragedia ieri sera per un incidente domestico che poteva avere conseguenze molto più gravi.

Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto la bambina sarebbe stata investita in pieno dalla deflagrazione del termo-camino ed è rimasta ustionata in più parti del corpo. Le cause dell’esplosione sono ancora in fase di accertamento, probabile che la stufa fosse difettosa.

La bambina, soccorsa prontamente dalla madre, che le ha salvato la vita, è stata immediatamente trasportata al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria della Pietà di Nola dove i medici le hanno riscontrato ustioni di secondo e terzo grado sul 60% del corpo.

L'incidente di ieri pone l'attenzione sulla sicurezza nelle abitazioni per quanto riguarda gli impianti di riscaldamento. Molto probabile che il termo-camino che ha ferito la bambina di 12 anni a Palma Campania non fosse a norma. I proprietari quasi sicuramente hanno evitato di procedere alla manutenzione ordinaria annuale.