Napoli, uomo impiccato trovato in una scuola

Gli studenti erano ancora in vacanza, ma la scuola era aperta per il personale amministrativo. Forse un suicidio, trovato un biglietto

Napoli, uomo impiccato trovato in una scuola

Il cadavere di un uomo impiccato è stato ritrovato in una scuola a Napoli: si tratta di Roberto Calendo, 44 anni, probabilmente tossicodipendente, incensurato. L'edificio scolastico era aperto solo per il personale amministrativo: gli studenti torneranno a scuola solo domani rientrando dalle vacanze pasquali. La macabra scoperta all'Istituto comprensivo "Pavese" in via Domenico Fontana, in una scala antincendio che dà sul cortile.

Nonostante Calendo sia stato trovato con le mani legate dietro la schiena con delle fascette elastiche, dai primi rilevamenti emerge che potrebbe trattarsi di un suicidio. L'ipotesi è corroborata anche dal ritrovamento di un biglietto di scuse indirizzato ai familiari lasciato vicino al cadavere.

Una testimone però ha raccontato ai microfoni di Lapresse Tv di aver visto un uomo buttare una corda: "Ho visto un ragazzo con lo zainetto e i pantaloni corti buttare una fune dell'albero - È la testimonianza di una residente napoletana che abita davanti alla scuola Pavese di via Fontana - ha fatto casino, allora mi sono affacciata, mi sono fatta vedere e questo si è spostato. Poi è andato dall'altro lato e non l'ho più visto"

Commenti