Nature: "L'impero romano crollato per le calamità naturali"

La causa della distruzione dell'impero sarebbe stata una serie di calamità naturali scatenate da violente eruzioni vulcaniche

Nature: "L'impero romano crollato per le calamità naturali"

Sui libro di scuola abbiamo imparato una cosa: "L'impero romano è crollato per mano dei barbari". Adesso la teoria viene ribaltata da una ricerca. Nature spiega che le popolazioni barbare non avrebbero fatto tutto da sole. La causa della distruzione dell'impero sarebbe stata una serie di calamità naturali scatenate da violente eruzioni vulcaniche. Queste calamità avrebbero poi scatenato carestie ed epidemie.
Lo studio dimostra che 15 delle 16 estati più calde tra il 500 a.C. e il 1000 d.C. furono precedute da grandi eruzioni vulcaniche con quattro delle più fredde subito dopo l'eruzione. "C'è un grande dibattito sull'origine e le conseguenze dei cambiamenti climatici anomali che interessarono l'attuale Europa e Medioriente che iniziarono con la 'nuvola' misteriosa del 536 d. C." ha detto l'autore della ricerca, il dottore Michael Sigl, del Desert Research Institute di Reno e del Paul Scherrer Institute in Svizzera.

"Abbiamo osservato almeno due grandi eruzioni vulcaniche intorno a quel periodo storico e l'abbassamento di temperature che ha raffreddato la terra è stato provocato da particelle di solfato vulcanico che hanno ricoperto la parte più alta dell'atmosfera e hanno schermato i raggi del sole facendo da scudo", ha aggiunto. Insomma a quanto pare la storia è tutta da riscrivere.

Commenti